Spinoff anche per Melrose Place

L’onda dei ricordi (e dei grandi ritorni) vedrà rispolverata un’altra storica serie tv: Melrose Place. Alla luce del grande successo di 90210, spin-off del telefilm cult Beverly Hills, The CW, il network americano nato dalle ceneri di WB, e Paramount Network Tv stanno lavorando al sequel dell’altra brillante creatura di Aaron Spelling.

Per ora non è dato sapere in cosa consisterà la nuova trama ma una cosa certa: non dovrebbe coinvolgere Darren Star, sceneggiatore delle due storiche serie in questione. Al contrario l’adattamento del concept originario made by Cbs è possibile per via dell’acquisizione dei diritti direttamente da casa Spelling che ne è ancora proprietaria.

La forza di Melrose è quella di ambientare le vicende dei suoi protagonisti, tra i venti e i trent’anni, in un condominio situato in un quartiere di lusso di Los Angeles.

Nella serie originaria si sono sempre affrontate tematiche più mature di quelle sviluppate da altre serie colleghe, spesso precorrendo anche i tempi. Il cast ha visto sin dal debutto Doug Savant, oggi Sig. Scavo tra le Casalinghe Disperate, nelle vesti di Matt, un omosessuale dichiarato e assolutamente integrato nelle logiche di vicinato.

Da sorella maggiore di Beverly Hills, per Melrose Place potrebbe essere ancora più accattivante riesumare gli storici volti del cast di partenza. Basterebbe giusto un leggero innalzamento di target, visto che non ci sono i limiti anagrafici di una teen series.

Se nel caso di 90210 il dimesso ritorno di Jennie Garth (Kelly) e Shannen Doherty (Brenda) fa da tappezzeria alle più brillanti storie dei giovani personaggi, nel caso di Melrose sarebbe azzeccatissima la reunion dei suoi attori di culto. 

Basti pensare alla Desperate Marcia Cross, divenuta famosa come la psicopatica Kimberly che diede fuoco all’intero condominio nel corso della serie, o all’indimenticata Heather Lockear, che interpretava l’ambiziosa Amanda.

E poi come dimenticare Jack Wagner, allora dr. Peter Burns e oggi volto di Beautiful, Daphne Zuniga, che dopo essere stata la mitica Jo oggi è la protagonista di Beautiful People, Courtney-Thorne Smith, distintasi poi in Ally McBeal e La Vita secondo Jim, e Andrew Shue, rispettivamente Allison e Bill ovvero la coppia più bella della serie, Laura Leighton nelle panni della conturbante Sidney tentatrice della stabilità di coppia tra Thomas Calabro e Josie Bissett, ovvero i divorziati dr. Michael e Jane.

Difficile citarli tutti, ma Melrose Plase ha anche segnato l’esordio – nelle sue ultime stagioni – della famosa Strega Alyssa Milano e di Kelly Rutherford, oggi mamma di Serena Van Der Woodsen in Gossip Girl, allora nei panni della prostituta redenta Megan.

Ruolo chiave, inoltre, ha avuto Grant Show, il mitico Jake sempre in sella alla sua motocicletta, che ha segnato la continuità tra Beverly e Melrose recitando prima in un breve cameo al fianco di Kelly (pronta a lanciare a sua volta la nuova serie con qualche scena insieme a Toris Spelling e Brian Austin Green, meglio noti come Donna e David).

Insomma, i motivi per sperare in un sapiente mix di vecchio e nuovo in chiave cult non mancano. Si tratta pur sempre della serie più intrigante degli anni ’90, durata non a caso la bellezza di 7 stagioni (e andata in onda da noi su Italia 1, ora in prima serata ora in seconda e al preserale, con un breve trasloco intermedio su Rete4).