Su Rai 3 arriva La Nuova Squadra

Le dinamiche interne ad un nuovo commissariato del centro di Napoli in cui convivono due diverse strategie di lotta al crimine, le indagini e le storie di vita di una squadra di poliziotti sono al centro de La Nuova Squadra, la nuova serie prodotta da Rai Fiction, Grundy Italia e il Centro di Produzione Rai di Napoli.

Undici i protagonisti del nuovo poliziesco in onda da mercoledì 12 marzo in prima serata su Raitre: Rolando Ravello, Pietro Taricone, Lisa Galantini, Teresa Saponangelo, Gennaro Silvestro, Elaine Bonsangue, Ciro Esposito, Luigi Petrucci, Antonio Milo, Federico Tocci  e Tony Sperandeo.

Uomini coraggiosi, con le loro convinzioni e i loro codici di comportamento, ma anche con le loro debolezze, tutti eternamente in conflitto con se stessi oltre che con il crimine: sono questi i poliziotti del commissariato Spaccanapoli, nato sulle ceneri di una piazza di spaccio del centro storico di Napoli come risposta simbolica della città nella lotta alla criminalità organizzata.

A dirigerlo viene chiamato dal Nord il Vicequestore Paola Ricci; la sua strategia di attacco frontale al crimine si scontra con la mentalità, già radicata, di poliziotti decisi a contenere piuttosto che affrontare un contesto criminale in continua evoluzione.

Tra questi il suo avversario più duro è l’Ispettore Superiore Sergio Vitale, capo della sezione dei Falchi; antagonista della serie è Luigi Profeta, capo del clan che controlla il centro storico della città, interpretato da Duccio Giordano.

Cuore pulsante dell’azione è il centro della città, dove la criminalità diventa più frammentata e difficile da inquadrare e dove la squadra dei Falchi, muovendosi agilmente in moto per le strade e per i vicoli del quartiere, compie un’azione di continua opposizione alla camorra, che fonda il suo potere proprio sulla gestione del territorio.

Azione, ritmo, storie tratte dai fatti di cronaca e raccontate con crudo realismo, sono parte di un racconto che lascia spazio anche al vissuto dei personaggi, uomini in continua tensione emotiva, eroi del conflitto schierati in prima linea, con tutti i mezzi a disposizione, per controllare e difendere efficacemente il territorio.