Su Sky Vivo si elegge L’Uomo Perfetto

Come dovrebbe essere l’uomo perfetto? Nell’immaginario femminile dovrebbero comparire qualità come forza, coraggio, bellezza, intelligenza, fascino, ironia e dolcezza, e tutte in perfetto equilibrio!

Forse è difficile che in natura esista un simile esemplare, ma L’uomo perfetto, il programma prodotto da Endemol Italia e in onda su Sky Vivo, lo ha cercato in tutta Italia, ha fatto sì che colmasse le sue mancanze e finalmente investirà un ragazzo con il titolo di Uomo perfetto.

Tutto questo avverrà giovedì 14 giugno alle 21 su Sky Vivo, durante l’attesissima finale in studio trasmessa eccezionalmente in prima serata.

L’uomo perfetto, condotto da Ellen Hidding, ha scovato tra più di 1.000 candidati i potenziali perfetti in Italia da nord a sud toccando le tappe di Milano, Roma, Bologna e Catania; ha selezionato i primi 20 potenziali perfetti e ha fatto affrontare loro 5 settimane di training in cui hanno imparato e sono stati sottoposti a prove di vario genere (forza e coraggio, romanticismo e sensualità, erotismo, cultura e “mettersi nei panni delle donne”), il tutto accompagnato dal severo giudizio della giuria di esperti inflessibili e pungenti, composta da Selvaggia Lucarelli, Claudia Montanarini e Dario Cassini, che hanno selezionato 10 finalisti.

Tra di loro ce n’è davvero per tutti i gusti: mori, castani, brizzolati, con gli occhi chiari o con gli occhi scuri, fisici scolpiti o fisici più morbidi, dall’abbigliamento elegante, modaiolo o casual, giovanissimi (il più piccolo ha 21 anni) o maturi (il più grande ha 37 anni). E per accontentare tutti i palati femminili c’è anche il gusto esotico: ben 2 dei 10 finalisti , infatti, arrivano dall’estero ma abitano da anni nel nostro Paese.

Emanuele, 37enne imprenditore romano, è il più grande del gruppo non solo per età, ma anche fisicamente: è alto quasi 2 metri per 110 kg di muscoli.

Il più giovane, invece, ha 21 anni: si chiama Andrea, è un dj e pizzaiolo ed è pronto a esercitare il suo fascino sulle donne in discoteca dietro la consolle o in cucina.

Il mestiere dell’idraulico ha sempre avuto un certo fascino sulle donne: a rappresentare la categoria ci penseranno Paolo, 33 anni da Mantova, aria da bel tenebroso, e Skender, un avvenente e dolce ragazzo albanese di 24 anni, in Italia da 12 anni e che ora abita a Trento. Dall’estero arriva anche Marcelo, modello 32enne che ora vive a Teramo.

Over 30 anche Pierfrancesco, 32enne imprenditore di Ascoli Piceno, Fabrizio, 35enne architetto torinese con un fisico scolpito da anni di yoga, e Umberto, 33enne di Milano, direttore di una concessionaria d’auto, affascinante brizzolato che potrà puntare sulla sua classe e la sua eleganza.

E per finire ci sono Davide, 28enne barman in un locale trendy di Milano dove si esercita, oltre che nella preparazione di cocktails, anche nel corteggiamento delle sue clienti, e Umberto, 27enne di origini napoletane e residente a Milano appassionato di sport, viaggi e, soprattutto, di cucina.