0 Shares 15 Views
00:00:00
11 Dec

The Following, la serie tv che rivoluziona il concetto di poliziesco

24 gennaio 2013
15 Views

In piena crisi di telefilm e nuove serie televisive di un certo livello, cresce l'attesa in Italia per l'arrivo in prima visione di The Following, nuovo poliziesco-thriller appena trasmesso negli Stati Uniti da Fox con Kevin Bacon.

La serie inizierà il prossimo 4 febbraio contemporaneamente su Premium Crime e Sky Uno dunque lasciando fuori gran parte del pubblico italiano che non ha l'abbonamento né all'una né all'altra piattaforma ma i potenti mezzi online permetteranno quasi sicuramente a tutti, o a buona parte degli interessati, di seguire le gesta di Ryan Hardy già poche ore dopo la messa in onda su Sky o Mediaset Premium.

La storia è assolutamente intrigante così come il pilot che abbiamo già avuto la fortuna di vedere: l'ex agente dell'FBI Ryan Hardy (Kevin Bacon), invischiato in una brutta storia durante il servizio, viene richiamato per trovare Joe Carroll (James Purefoy), serial killer arrestato per aver ucciso 14 studentesse ed evaso dal carcere. Il serial killer, amante di Edgar Allan Poe, ha in mente di far fuori l'ultima delle persone che non è riuscito ad uccidere prima di essere arrestato e ha dalla sua parte un innumerevole seguito di emuli grazie ai social network. Il compito di Hardy è di trovare Carroll, per colpa del quale ha avuto problemi in passato, individuando e anticipando le sue mosse in base alla sua vita virtuale sulla Rete e alle trame imbastite seguendo le narrazioni gotiche alla Poe.

Intrigante la trama ma soprattutto intrigante la narrazione che non è assolutamente lineare e che per chi ha seguito/segue Dexter o The Mentalist ricorda da vicino lo stesso intreccio: un buono e un cattivo che si definiscono a vicenda in modo tale che il buono, in questo caso il personaggio interpretato da Kevin Bacon, trovi la sua dimensione esistenziale e il modo per redimersi dal passato proprio grazie al cattivo di turno.

Il tutto con ritmo e senza alcun tipo di freno nei confronti dello spettatore che viene messo di fronte a sempre nuove verità che lo sconvolgono perché agiscono direttamente sulla trama, a sua volta in continuo divenire e alimentata da azioni non convenzionali e non accettate/accettabili e per questo affascinanti; sangue e scene pesanti e macabre non mancano ma esattamente come in Dexter l'idea è di mettere lo spettatore di fronte alle sue paure più grandi e The Following ci riesce bene nonostante gli evidenti limiti legati al canale dove viene trasmesso negli Stati Uniti che impone una politica cauta per non turbare i più giovani.

Da vedere sicuramente per riscoprire un genere, il poliziesco, che negli anni si è trasformato nella macchietta di sé stesso; di seguito il trailer di The Following:

Vi consigliamo anche