0 Shares 22 Views
00:00:00
17 Dec

The Voice Of Italy: al via la fase ‘Battle’

Marina Ferro - 5 aprile 2013
5 aprile 2013
22 Views

Ieri sera è andata in onda su Rai2 la quinta puntata di The Voice of Italy che ha inaugurato la seconda fase del fortunato programma musicale, quella delle cosiddette "Battle".

Dopo le prime quattro puntate, nelle quali sono state formate le quattro squadre di 16 componenti, con l'appassionante meccanismo delle "Blind Audition", è quindi iniziata la fase della gara a due, nella quale i vari concorrenti devono sfidarsi tra loro in un duello/duetto su un vero e proprio ring, che porterà, alla fine della settima puntata, ad un dimezzamento di ogni squadra, tramite la selezione effettuata di volta in volta dal loro stesso preparatore artistico.

The Voice Of Italy sta raggiungendo un grande successo tra i telespettatori ed è sempre più seguito, grazie sia al format del programma che, soprattutto nella fase iniziale delle Blind, si è dimostrato avvincente e originale, sia alle personalità forti e diverse dei quattro coach vocali Piero Pelù, Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante e Noemi che, a partire dalla puntata di ieri, sono stati affiancati, nella preparazione dei loro duellanti, dagli ospiti speciali Gianni Morandi, Mario Biondi, Modà e Marlene Kuntz.

C'è da dire che, rispetto ai tempi delle Blind, la puntata di ieri sera ha mostrato qualche momento di stanca in più, forse perché il procedimento di valutazione e selezione è risultato sempre identico a sé stesso in ogni sfida, movimentando poco la situazione; e forse anche perché, rispetto alle audizioni iniziali, in questa fase i giudici sono stati molto più buoni (e buonisti) nei giudizi, facendo pochissime critiche e mostrando sempre una grande difficoltà nell'effettuare la selezione finale, anche nei casi in cui la scelta, in realtà, è sembrata a chiunque abbastanza semplice da fare.

Peccato per l'uscita di Roberta Orrù, inaspettatamente scartata da Pelù a favore di un Francesco Guasti francamente meno dotato.

Marina Ferro

Loading...

Vi consigliamo anche