0 Shares 5 Views
00:00:00
11 Dec

Uomini e donne è diseducativo, parola di Selvaggia Lucarelli

18 dicembre 2009
5 Views

Secondo Selvaggia Lucarelli Uomini e donne di Maria De Filippi è "una delle produzioni peggiori della tv italiana".

Lo ha dichiarato l’opinionista ad Extra sostenendo che a causa della trasmissione della De Filippi  "sta crescendo una generazione, soprattutto al sud, di giovani che fanno il ritrovo pomeridiano davanti alla televisione", che "si vestono come i tronisti, sognano di andare in trasmissione. E il livello culturale di questi ragazzi purtroppo, è molto basso".

La polemica si accompagna, stando a quanto trapela dalle parole della Lucarelli, ad una sorta di autocandidatura per una televisione nella quale mancano volti nuovi, specie femminili: "non ci sono new entry femminili. Ci sto pensando, ma non credo che ce ne sia una. E questo è già un indizio pesante sulla condizione della televisione italiana al momento. La tv la fanno in tre o quattro personaggi, sempre gli stessi. Stessa cosa per gli uomini. Posso dire che secondo me Morgan e Nicola Savino sono i personaggi maschili più interessanti, televisivamente parlando, in questo momento".

Applausi per la versatilità di Belen Rodriguez da parte della Lucarelli: "da un punto di vista professionale, sicuramente ci sa fare, è spigliata davanti alle telecamere, è simpatica. Per quanto riguarda la vita privata beh, si è messa con un personaggio quantomeno scomodo, e non so quanto questo sia pubblicità a suo favore, Ecco, in un certo senso, bisogna riconoscerle un certo coraggio. L’unica cosa: basta con tutte queste pubblicità! Dai frigoriferi ai telefonini, ai pigiami!".

Interessante notare come gli stessi programmi che critica su Extra, sostenendo che la nuova generazione "è infarcita di messaggi un po’ superficiali, di tronisti e Grandi Fratelli", sono gli stessi grazie ai quali Selvaggia Lucarelli va in televisione.

Ieri pomeriggio, per esempio, era ospite a Pomeriggio Cinque per parlare di Grande Fratello 10: nonostante non sia sicuramente da buttare il Lucarelli-pensiero, sarebbe gradita maggiore coerenza!

Vi consigliamo anche