Victoria Cabello da marzo a La7

La Cabello non è solo Very Victoria, che giungerà al termine di questa edizione la sera della vigilia di Natale, con tanto di auguri alle 21.00 su Mtv.

Per la veejay più imprevedibile della tv è in serbo, infatti, una promozione su La7.

Lo dichiara lei stessa in un’intervista a La Stampa, testimoniando il suo bisogno di crescita: "che a Mtv io stia stretta è una parola brutta, sto benissimo e grazie ad Antonio Campo Dall’Orto posso fare veramente ciò che mi piace. Se non fosse stato per lui non sarei più qui. Dall’Orto sa bene che il mio desiderio è fare il salto e diventare un po’ più grande. La7 mi ha offerto un programma e ho risposto subito che farò ciò per cui sono stata “costruita”. Con i miei autori stiamo lavorando per mettere insieme le idee di un programma che andrà in onda a marzo. Allo stadio in cui siamo posso dire solo una cosa: ci saranno le interviste alla Cabello".

La conduttrice dice che nel suo futuro non parteciperebbe mai a un reality, ma la incuriosirebbe molto presentarlo, vista l’ammirazione che nutre per Davina McCall, la presentatrice del Grande Fratello inglese proveniente anche lei dalla fila di Mtv. Sarà un messaggio subliminale lanciato ai dirigenti delle reti generaliste?

Intanto non rimpiange nulla del suo passato televisivo: dice, ad esempio, che "chi è stata Iena lo rimane per sempre" e della stessa esperienza sanremese con Giorgio Panariello, non andata troppo bene per critica e ascolti, ha un ottimo ricordo.

"Rifarei tutto dall’inizio alla fine", dice, "compresa la scena di Travolta che mi massaggia i piedi. È stato bello soprattutto per chi, come me, oltre a stare davanti alle telecamere ama sapere tutto del lavoro che viene svolto dietro. Regia, scenografia, meccanismi tecnici mi affascinano e a Sanremo ho imparato tantissimo. Un’esperienza imperdibile nella vita di chi fa tv".

Per chi ha voglia di vederla alle prese con una nuova veste, è al cinema – seppur con un’apparizione brevissima – nel film di Natale con Aldo, Giovanni e Giacomo, Il cosmo sul comò; Vicky vi interpreta La dama con l’ermellino di Leonardo Da Vinci nell’episodio dei quadri viventi. Ha accettato questo piccolo cameo perché il regista Marcello Cesena, il papà di Jean Claude di Sensualità a Corte, è un suo idolo e poi perché non ha nulla a che vedere con i cinepanettoni che non le interessano (nonostante le siano stati proposti a decine).

Per concludere, una nota a margine di gossip.

A chi insinuava che la storia tra lei e l’artista Maurizio Cattelan fosse giunta al capolinea, per qualche smanceria di troppo con tale Roberto Proia, la Cabello è pronta a dare una smentita ufficiale: è uno dei suoi migliori amici, ufficialmente gay.