0 Shares 5 Views
00:00:00
11 Dec

X Factor 3, parla Claudia Mori

23 luglio 2009
5 Views

Scelta in maniera silenziosa e senza alcuna critica nè problema, Claudia Mori andrà a sostituire Simona Ventura in X Factor che inizierà dal 10 settembre su Rai 2.

Per questo motivo ha vinto il suo storico riserbo e rilasciato la prima intervista post firma del contratto a Repubblica spiegando cosa intende fare in tv e che progetti ha.

La Mori dice di aver accettato di entrare in giuria "forse per curiosità. Da anni sono lontana, per mia scelta, dalla "ribalta". Giorgio Gori mi disse che a suo parere avevo il carattere giusto, la competenza, la popolarità e la simpatia da parte del pubblico e soprattutto ero "spiazzante" come proposta televisiva. Circa essere "spiazzante" concordo, sul resto, è tutto da verificare. Potrei anche essere talmente diversa da ciò che le persone sono abituate a vedere in tv che potrei essere la persona sbagliata per questo programma. ecco perché sono curiosa. Spero di non deludere Antonio Marano e Gori che mi hanno voluta con tanta convinzione".

Non si aspetta "nulla di particolare" relativamente a come Morgan e Mara Maionchi accoglieranno la sua presenza come giurata "ma penso che ci sarà stima e simpatia. Se poi così non fosse, non me ne farei un problema".

Poi sostiene di non avere nessuna informazione circa cambiamenti nella formula di X Factor visto che "io non ho proposto nulla in tal senso tranne avvisare gli autori e i produttori che la mia scelta dei cantanti sarà molto selettiva".

Inevitabile il riferimento ad Adriano Celentano, con Claudia Mori che si dimostra come al solito una donna di carattere e con idee chiare e precise: "non è mai facile essere la moglie o il marito di qualcuno. Condividere la vita in ogni sua sfaccettatura con un’altra persona che decidi di sposare nel momento della massima passione e amore. Il difficile viene col tempo che passa, quando tutto si palesa nel bene e nel male e se non c’è un progetto d’amore più ampio, è facile arrivare alla separazione. Oggi è più difficile trovare le motivazioni per stare insieme tutta la vita, desiderandolo. Ci sono più stimoli in senso opposto. Amarsi nel rispetto reciproco, senza condizionamenti, difendere le proprie idee e ruolo, scegliere… Io ho avuto la fortuna di non aver mai dovuto rinunciare a essere me stessa. Con le mie idee, con le mie scelte, con i miei limiti e errori. Non è stato facile ma ci siamo riusciti io e Adriano. Per merito di tutti e due. L’amore che ci unisce da 45 anni lo abbiamo protetto sempre. Senza ipocrisie. Desiderando di voler vivere per sempre insieme".

Vi consigliamo anche