X Factor, nonostante il flop si va avanti

Un pessimo inizio non sembra aver scoraggiato Antonio Marano e Rai 2 che hanno deciso di continuare a trasmettere il "talent show" X Factor.

Dopo aver incassato il 9% di share lunedì scorso in occasione della prima puntata, erano in molti a credere che il programma della Ventura condotto da DJ Francesco venisse annullato o almeno spostato nel palinsesto.

Ma a sorpresa Marano ha ridimensionato il flop e dichiarato che "in prime time ci saremmo aspettati un punto e mezzo, due punti in più.Ma a far saltare il banco ieri sera è stata la fiction di Raiuno (La vita rubata, ndr) e anche Grande Fratello ha giocato le sue carte".

La presa di posizione di Marano stona però con il tono generale e trionfante che ha accompagnato il lancio di X Factor: giustificare ascolti così bassi soltanto dicendo che la colpa è soprattutto della controprogrammazione è davvero inutile dal momento che il pubblico sarebbe dovuto essere invogliato a vedere il programma e dunque gli ascolti sarebbero dovuti essere più alti causa l’effetto sorpresa.

Effetto sorpresa e curiosità che invece non ci sono stati e anzi dimostrano, ancora una volta, come i talent show in Italia non hanno seguito se non vengono accompagnati da polemiche e tutto ciò a cui si assiste guardando Amici di Maria: ricordiamo la sorte sfortunata di Popstar, Operazione Trionfo e Superstar Tour che possono essere ricordati per i bassi ascolti e le poco felici conclusioni, con le starlette e i cantanti tornati nell’oblio neanche una settimana dopo la fine del programma.

Che fare dunque? Cambiare collocazione ad X Factor sarebbe la scelta migliore così come cambiare conduttore dal momento che Francesco Facchinetti è poco credibile e soprattutto non in grado di reggere una diretta lunghissima senza cadere nella banalità, nei tempi morti e senza lasciare che i tre "giurati" prendano il sopravvento.