iPhone: trucchi per liberare la memoria

Troppi file, foto, video, messaggi sull'iPhone? Ecco qualche dritta per conservare tutto senza appesantire la memoria dello smartphone

Agli inguaribili possessori di iPhone, quelli per cui il download quotidiano di app e affini è la medicina contro la noia, dedichiamo questo articolo su come liberare spazio sul loro smartphone. Proprio voi: avete una vaga idea di quanto occupino i vostri programmi preferiti sul telefono?
Scopritelo cominciando a guardare la classifica (nelle Impostazioni Generali, digitate su Gestisci Spazio e scoprirete un mondo) di ciò di cui potreste fare a meno!

Classifica delle applicazioni su iPhone

Un esempio classico e sofferto, l’archiviazione dei propri messaggi. Conservare solo per brevi periodi i vostri SMS non sarebbe male (basta definire un arco temporale congruo ma non infinito nelle Impostazioni dei messaggi), né farebbe danno alcuno – anzi – disattivare eventuali funzioni che sincronizzano lo streaming di foto, video o tutti i contenuti che avete sul telefono su gli altri dispositivi Apple collegati al vostro smartphone. Se infatti la memoria è insufficiente, non basta cancellare ma anche settare in modo corretto e con buon senso le funzioni dell’iPhone.

Ma ci sono altre àncore di salvezza: Cloud, Dropbox, Google+
Spazi virtuali quasi senza fondo che ci seguono ovunque, ancora poco sfruttati che interagiscono con il mondo di musica, immagini, video e dati che non vogliamo vada ad appesantire i nostri device portatili. Un toccasana che – dopo un sano e periodico backup – alleggerirà il vostro telefono.

In particolare poi, se il vostro fardello maggiore è fatto di file audio, ci sono anche intere librerie di iTunes a disposizione: con il servizio iTunes Match (al costo di 25 euro all’anno) si può avere l’accesso via Cloud a quanto di meglio il mercato possa offrire trasferendo via streaming sul  Pc le vostre preferenze musicali, da ascoltare poi sul vostro iPhone.

Se invece volete toccare con mano i vostri dati, ovunque siate, ripiegate su un comodo iStick (il costo parte da 79 dollari da acquistare online) o iBridge (da 59 dollari), pen drive che all’occorrenza si attaccano al vostro smartphone e… via col prossimo download!

 

[foto: blog.you-ng.itSoftonic.]