WhatsApp: trucchi per scoprire chi ti ha bloccato

Qualche trucco veloce e sicuro per sapere se qualcuno ci ha bloccato su Whatsapp: ecco come scoprirlo

Se WhatsApp è senza dubbio uno dei servizi di messaggistica più usato e condiviso (è stato ormai superato il miliardo di utenti al mese), c’è anche da ricordare che non tutti ne fanno sempre un buon uso e questo a volte comporta qualche conseguenza. Se infatti c’è chi ne abusa o approfitta della sua presenza nella rubrica altrui per disturbare, può essere anche bloccato.

Come scoprire se si è stati bloccati da qualcuno?
Meglio non ricorrere a pericolosi software gratuiti ma con qualche insidia e scoprire invece attraverso alcune impostazioni di WhatsApp come “indagare” sul proprio profilo per scoprire se è stato bloccato oppure no.

1 . L’orario
Se non è possibile vedere l’ultimo accesso del contatto, ossia l’ultimo momento in cui è apparso sulla chat, potrebbe dipendere dal fatto che in quanto contatto bloccato non avete accesso a quest’informazione.

2 . Spunta Blu
E’ oramai un prezioso segnale di verifica: parliamo della doppia spunta blu, se non appare giorni e giorni dopo l’invio di un vostro messaggio, può significare che l’utente ha imposto che nulla da parte vostra gli sia recapitato (ovvero i ha bloccato definitivamente)

3 . Chiamata impossibile
La conferma dell’eventuale blocco nei vostri confronti scatta poi se chiamando via WhatsApp vi compare un messaggio di errore, inequivocabile segno che l’utente non può/vuole comunicare con voi stando alle sue impostazioni

4 . Impossibile includerlo in un gruppo
Ultima controprova è la possibilità di includere l’utente – di cui si sospetta il blocco nei propri confronti – in un nuovo gruppo. Al tentativo, WhatsApp potrebbe informarvi che è impossibile inserire l’utente nella nuova chat di gruppo, proprio perché ha chiesto di bloccare l’arrivo di nuovi messaggi da parte vostra.

[foto: Nexttotry.com]