Whatsapp: le novità sulle spunte blu e sulle conversazioni

L'app più diffusa per chattare, mandare video, file audio e chiamare gratis non finisce di stupire: ecco tutte le novità sulle conversazioni

L’applicazione su Phone, BlackBerry, Android, Windows Phone e Nokia per eccellenza utile per creare gruppi e comunicare con quanti condividono lo stesso sistema resta innegabilmente Whatsapp. Amici, colleghi e famigliari sono sempre raggiungibili e al corrente di numerose situazioni. Il tutto con la possibilità di mandare video, brevi file audio oltre a testi infiniti e senza limitazioni di caratteri.

Come se tutto ciò non bastasse – da pochi mesi – la stessa applicazione offre anche le chiamate gratis (a patto che sia stata scaricata la versione originale con tutti gli aggiornamenti) pur se non sempre di ottima qualità. Una rivoluzione che ha modificato abitudini ed usi anche del proprio dispositivo mobile, riuscendo ad ampliare le possibilità d’uso in innumerevoli situazioni.

E con Whatsapp sono nate anche piccole questioni sulla privacy, specie attorno all’arrivo della doppia spunta blu (che notifica l’avvenuta lettura da parte del singolo ricevente o di tutti i componenti del gruppo) ed anche, di recente, il fatto che appaia anche visualizzato l’ultimo orario in cui si è collegato il nostro contatto, un modo per sapere anche chi c’è e da quanto tempo è collegato. Ma forse, tali querelle, fanno parte già del passato vista l’enorme utilità che l’app offre in buona sostanza un po’ a tutti.

Bruciare i tempi e comunicare in tempo reale quello che accade con supporto video o audio o fotografico, oppure intercettando la simultaneità delle operazioni altrui mentre si conversa (nome contatto -sta scrivendo, nome contatto-online ecc.) rende partecipi anche delle intenzioni degli interlocutori, senza più alcuna sorpresa.
Momenti ed azioni da condividere, in fondo, sono motivo di esistenza della stessa rete di contatti.
E non ci sono limiti, o quasi, alla voglia di social che sfrutta la tecnologia, visto che ogni nuova conversazione su Whatsapp può coinvolgere anche fino ad un massimo di 100 interlocutori.
[foto: Oceweb.it]