0 Shares 18 Views
00:00:00
17 Dec

Primove: il bus elettrico che si ricarica alle fermate

LaRedazione - 9 dicembre 2013
LaRedazione
9 dicembre 2013
18 Views
primove

Dopo tanti anni, finalmente il risparmio e la protezione ambientale saranno assicurati: questo grazie a Primove, uno tra i primi bus che saranno in grado di ricaricarsi, mediante sistema wireless, alle varie fermate del percorso.

Un’innovazione molto utile quindi: i bus elettrici saranno i primissimi mezzi pubblici ad esser dotati di questa funzione, e grazie alla ricarica wireless, che avverrà ad ogni singola fermata del percorso, il bus non rischierà di fermarsi a metà percorso per cause legate alla batteria scarica, ma sarà in grado di arrivare a destinazione senza alcun tipo di problema.

Questa poderosa iniziativa, promossa dalla Volvo, costruttrice dei bus, ha un solo scopo, che è stato proprio annunciato dai fondatori del progetto: i bus elettrici permetteranno un risparmio per quanto riguarda il carburante, non creeranno alcun tipo di inquinamento acustico, dato che il loro motore sarà molto silenzioso e, cosa più importante, l’emissione di anidride carbonica e gas sono stati completamente eliminati, dato che il motore sarà alimentato dalla corrente elettrica.

Ma come avverrà la ricarica della batteria quando il bus arriva alle fermate?
La ricarica avverrà in maniera molto semplice: il bus, una volta che arriva alla fermata, dovrà stazionare su alcune piastre, che verranno probabilmente montate nell’asfalto, e verrà mandato un input alla centralina elettrica, la quale, mediante appunto segnale wireless, permetterà al mezzo di trasporto di potersi caricare, garantendo quindi al conducente ed ai passeggeri un viaggio sicuro senza imprevisti.

Ci saranno novità nel modo di guidare questi autobus?
Assolutamente no: si tratta di un semplice bus o pullman, come si preferisce chiamarlo, che sarà dotato di volante, indicatori direzionali, clacson, marce e di qualsiasi altro aspetto tecnico che contraddistinguono i veicoli a motore, e quindi gli autisti non avranno alcun tipo di problema nel guidare questi poderosi veicoli ecologici.
Lo stesso vale per i passeggeri: saliranno sul bus e potranno sedersi tranquillamente, così come fanno su un qualunque mezzo di trasporto, e potranno godersi tranquillamente il viaggio.
Quando arriveranno questi nuovi veicoli in Italia?
Purtroppo bisognerà ancora aspettare, in quanto l’unica cosa certa è che sarà Savoia la prima città a sperimentare l’innovazione della Volvo, ed inoltre i costi del biglietto non sono stati resi noti: l’unica cosa certa è che Primove, il primo bus elettrico con ricarica wireless alle fermate arriverà presto anche in Italia.

 

Loading...

Vi consigliamo anche