0 Shares 13 Views
00:00:00
12 Dec

Scoperto nuovo gas serra, 7mila volte più potente della C02

LaRedazione
11 dicembre 2013
13 Views
scoperto un nuovo gas serra

Scoperto Pftba, un nuovo gas che risulta essere sette mila volte più potente di CO2, ovvero dell’anidride carbonica.

Sette mila volte: è questa il moltiplicatore di potenza e pericolosità che contraddistingue il nuovo gas, sempre presente sul pianeta Terra ed il nuovo gas è quindi l’elemento d’inquinamento che potrebbe gettare nel baratro l’ambiente del pianeta, soprattutto se si dovesse sviluppare senza alcun controllo.

Il nuovissimo gas pericoloso si chiama Perfluorotributilammina e risulta essere molto pericoloso, in quanto è un gas serra, che a differenza dell’anidride carbonica, ha una durata molto più elevata e riesce a produrre molti più danni di quello che si può immaginare.

Il suo sviluppo, o per meglio dire, comportamento, è di tipo serra: questo gas è in grado di far filtrare i raggi del sole, ed allo stesso tempo, è in grado di bloccarlo nell’atmosfera terreste, impedendogli quindi di tornare da dove è arrivato, proprio come se si trattasse di un vetro di una serra floreale, che si comporta nello stesso modo.
In questo caso però, i danni sono tantissimi: tra di essi spicca il riscaldamento globale, dato che i raggi solari sono tantissimi e non solo uno, e di conseguenza vi è un leggero stato d’allerta, dato che la scoperta è recente e che, come ovviamente ipotizzare, non sono stati ancora scoperti i rimedi per poter eliminare questo tipo di gas molto pericoloso.

Chi è riuscito a compiere questa strabiliante scoperta?
Il gas Pftba è stato scoperto da alcuni scienziati canadesi rimasti sbalorditi e spaventati dalla sua pericolosità: come detto prima, infatti, si teme che la presenza elevata di questo gas nell’atmosfera possa aumentare il livello di surriscaldamento globale, e che possa anche far ammalare moltissime persone, dato che si tratta di un gas altamente radioattivo.
Purtroppo però, non si è scoperta la natura di questo gas: il team di scienziati ha tenuto comunque a precisare che non si tratta di un gas presente in natura, aggiungendo che una singola molecola di questo gas ha un grandissimo impatto sul riscaldamento globale, impatto molto più pericoloso e superiore di sette mila volte rispetto a quello che dell’anidride carbonica.

Vi consigliamo anche