0 Shares 17 Views
00:00:00
15 Dec

Ventotene: in vendita l’isolotto di Santo Stefano

LaRedazione - 4 ottobre 2013
LaRedazione
4 ottobre 2013
17 Views
Ventotene: in vendita l'isolotto di Santo Stefano

Non è la prima volta che una bellezza naturale italiana viene messa all’asta, ma quello riguardante l’isolotto di Santo Stefano, nei pressi di Ventotene nell’arcipelago delle isole Pontine, potrebbe senz’altro essere uno degli affari immobiliari dell’anno. Dopo la recente vendita dell’isola di Budelli, comprata per circa tre milioni di euro da un magnate della Nuova Zelanda evidentemente amante della Sardegna, ora potrebbe toccare a Santo Stefano finire in mano ad uno dei super ricchi del mondo.

Che la trattativa sia avviata lo conferma un sito specializzato, ‘Immobiliare.it’ che conferma come l’isolotto sia effettivamente in vendita, anche se i particolari della trattativa, definita ‘riservata’ sul sito, non vengono rivelati. Ma si sa, per affari del genere le indiscrezioni spesso vengono a galla, considerando che si tratta di una località dal forte valore storico, peraltro celebre anche per il carcere che vi vide rinchiuse anche personalità come il Presidente della Repubblica Sandro Pertini, all’epoca detenuto in quanto oppositore del regime fascista.

Il carcere sarà l’unica proprietà che non finirà in mano all’investitore: la prigione occupa tre ettari su ventotto d’estensione complessiva dell’isolotto, chi effettuerà l’esborso milionario per acquisirne la proprietà, metterà le mani sui restanti venticinque. Parlando di cifre, come detto sopra al momento soltanto ufficiose, sembra che ci vorranno non meno di venti milioni di euro per diventare proprietari dell’isolotto di Santo Stefano.

Giuseppe Assenso, primo cittadino di Ventotene, della cui municipalità fa parte Santo Stefano, spiega come il proprietario sia una persona anziana che aveva provato anche a sfruttare la piccola isola come allevamento di bestiame, ma sembra che alla fine si sia persuaso alla cessione per riuscire a chiudere quello che sarebbe in effetti l’affare di tutta una vita. L’opinione pubblica ha anche espresso il desiderio che Santo Stefano possa restare in mani italiane, o comunque pubbliche, ma il Sindaco Assenso ha specificato come il Comune di Ventotene non possa assolutamente permettersi un esborso del genere, e probabilmente neppure la Regione Lazio sarebbe in grado di arrivare a certe cifre.

E’ dunque probabile che alla fine l’affare si farà, anche se la trattativa per forza di cose sarà ancora lunga e complicata: vedremo se alla fine saranno davvero venti i milioni che il proprietario riuscirà ad incassare, si tratterebbe di un esborso oltre sei volte superiore per quello dell’isola di Budelli, pur trattandosi di una superficie comunque più estesa. Ma c’è da scommetterci che in tempo di crisi, la messa in vendita di proprietà del genere non resterà un episodio isolato.

Loading...

Vi consigliamo anche