0 Shares 16 Views
00:00:00
15 Dec

Barilla annuncia nuove iniziative pro gay

LaRedazione - 5 novembre 2013
LaRedazione
5 novembre 2013
16 Views

Guido Barilla, titolare dell’omonima azienda alimentare, ha annunciato nuove iniziative pro gay. La decisione dell’imprenditore è stata comunicata dalla stessa azienda all’interno di un comunicato stampa. Barilla che settimane fa aveva rilasciato dichiarazioni considerate omofobe sulla sua personale idea di famiglia ha pensato di correre ai ripari. Adesso vorrebbe promuovere e finanziare alcune iniziative volte a combattere l’omofobia e l’odio razziale diffondendo spirito di tolleranza e piena accettazione sulla diversità.

Il colosso alimentare emiliano ha dato così via a una campagna web per promuovere i migliori video che esaltino la diversità e invitino alla tolleranza.

Durante la giornata del 5 novembre, Guido Barilla ha avuto un incontro riservato con la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini (SEL). La politica marchigiana attenta e sensibile ai temi di discriminazione aveva duramente condannato le dichiarazioni di Guido Barilla all’interno di una lunga lettera in cui invitava l’imprenditore ad un incontro privato per un chiarimento.
La multinazionale alimentare ha annunciato di aver dato vita ad un’apposita commissione interna, la ‘Diversity and Inclusion Board’ (‘Commissione per la diversità e l’inclusione’) volta a tutelare e proteggere le minoranze e a combattere discriminazione ed omofobia.
All’interno della commissione sarà presente anche David Mixner, statunitense leader nella lotta per i diritti civili, considerato dalla stampa di tutto il mondo come il gay più influente d’America.

Secondo gli analisti e gli esperti di marketing la repentina decisione di Guido Barilla di investire risorse per finanziare la lotta all’omofobia e per dar vita a progetti pro gay deriverebbe in gran parte da un preciso calcolo finanziario.
Le dichiarazioni di Guido Barilla infatti avrebbero portato a un boicottaggio generalizzato su scala planetaria da parte della comunità omosessuale, con danni milionari per il colosso di Parma causati dalle mancate vendite. Secondo gli esperti, le perdite complessive dovute alla gaffe sarebbero di alcuni milioni di euro.

Così, dopo la gaffe di qualche settimana fa Barilla si è adoperato per riparare i danni causati e per rilanciare i prodotti della sua azienda anche all’interno degli ambienti gay.
In primo luogo le scuse da parte del presidente stesso a seguito di alcuni incontri con rappresentanti delle principali associazioni gay e lgbt.
Infine l’annuncio da parte di Guido Barilla di nuove iniziative pro gay volte a combattere l’omofobia e a favorire l’accettazione della diversità.

Loading...

Vi consigliamo anche