0 Shares 24 Views
00:00:00
15 Dec

Cercasi volontari: NASA offre 3.500 euro al mese per stare a letto!

LaRedazione
19 settembre 2013
24 Views
nasa dormire a letto Woman Sleeping

Se si è alla ricerca di un lavoro facile da eseguire e retribuito bene, allora i giovani disoccupati, ma anche quelli più grandi possono rivolgersi alla NASA: sul proprio sito infatti, la NASA sta ricercando dei volontari per poter eseguire una mansione alla portata di chiunque.

In cosa consiste il lavoro che la NASA sta offrendo ai volontari?
Il compito è molto semplice: stare tutto il giorno a letto, venti quattro ore su venti quattro, con la testa leggermente verso il basso e coi piedi leggermente verso l’alto, imitando per un certo verso gli astronauti in assenza di gravità.

Il compito, molto semplice quindi, dovrà essere svolto per una durata pari a settanta giorni, e secondo le ultime voci dovrebbe esser retribuito con uno stipendio pari a tre mila cinque cento euro al mese: stare a letto pertanto non è mai stato così conveniente, ed esser pagati darà un valore aggiunto al potersi riposare.
Ma qual’è lo scopo di questo lavoro, e cosa si nasconde dietro di esso?

La NASA ha intenzione di effettuare una sorta di esperimento sulle persone che decideranno di aderire al progetto: scoprire quali sono le conseguenze che si manifestano sul corpo umano una volta che questo resta per un lunghissimo periodo di tempo nella stessa posizione, stessa cosa che devono fare gli astronauti a riposo in assenza di gravità.
Sui vari volontari ovviamente verranno effettuati diversi test: il primo sarà effettuato nel momento in cui il volontario viene “assunto”, il secondo invece verrà effettuato dopo il primo mese di riposo assoluto, mentre l’ultimo test o controllo viene effettuato allo scadere dei settanta giorni, quando il “contratto” di lavoro volgerà al termine.

Questi test, e i risultati poi verranno sfruttati appieno dalla NASA: il primo scopo di questo lavoro è, come detto prima, scoprire quali sono le varie conseguenze che si manifestano nell’apparato cardiocircolatorio ed in quello scheletrico e muscolare dopo che una persona resta per tantissimo tempo ferma nella stessa posizione.

Il secondo scopo è quello di capire quali conseguenze comportano gli eventuali disturbi nel regolare svolgimento della missione, ed infine, la NASA, con questi test ha intenzione di studiare un programma per rafforzare i due apparati sotto stress nei circa settanta giorni che gli astronauti dovranno passare riposando in assenza di gravità.

Grazie ai volontari quindi, a trarne profitto saranno sia la stessa NASA che gli astronauti, che potranno migliorare il proprio allenamento, ma anche i volontari: stare a letto per 3500 euro è un occasione imperdibile, anche se potrebbero esserci delle conseguenze poco piacevoli al proprio corpo.

Loading...

Vi consigliamo anche