Autopsia sui corpi dei fratellini di Gravina

 E’ stata effettuata oggi l’autopsia sui corpi dei fratellini di Gravina, Ciccio e Tore.

Francesco Pappalardi è morto al massimo otto ore dopo la caduta a causa delle gravi lesioni riportate. Salvatore, invece, sembra essere sopravvissuto più a lungo: dalle 36 alle 48 ore ed è deceduto a causa del freddo, della fame e delle lesioni riportate dalla caduta, sebbene queste fossero più lievi rispetto al fratello.

Sui corpi non sono stati riscontrati segni di violenza, ma solo fratture "compatibili con una precipitazione", come attestano fonti vicine agli investigatori.

Il medico legale che ha effettuato l’autopsia, ha affermato che questa è stata estremamente utile perchè ha consentito di riscontrare nuove fratture sui corpi dei due bambini e di effettuare dei prelievi istologici per stabilire l’ ora del decesso.

Domani il padre dei due fratellini, Filippo Pappalardi, sarà interrogato a Bari dal gip Giulia Romanazzi che dovrà decidere riguardo all’ istanza di scarcerazione presentata dall’ avvocato difensore di Pappalardi.

Nuovi dati e nuove perizie che serviranno a far luce sulla tragica vicenda dei due fratellini di Gravina.