0 Shares 8 Views
00:00:00
12 Dec

Bambino ingoia polpetta all’Ikea. E’ grave

LaRedazione
21 agosto 2013
8 Views

E’ ricoverato all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, il piccolo bambino del Molise che mentre mangiava una comunissima polpetta ha rischiato di morire soffocato. E’ successo nel ristorante dell’Ikea di Bari quando i genitori si sono accorti che il loro bambino cominciava a dare segni evidenti di soffocamento. Pronti gli interventi e i soccorsi che fortunatamente sono riusciti a condurre all’ospedale il bambino, ma la paura resta perché, al momento, il piccolo è ancora in sala di rianimazione.

Una semplice giornata con la famiglia, il trascorrere alcuni giorni di vacanze nella splendida Puglia può trasformarsi in tragedia. Basta poco, un semplice gesto, una disattenzione e può avvenire l’irreparabile. Purtroppo questo del soffocamento è un fenomeno che spesso vede coinvolti proprio i nostri bambini, ignari dei pericoli che possono nascondersi anche semplicemente masticando senza la dovuta attenzione.

Naturalmente in questo momento ci stringiamo attorno ai genitori cercando di capire il loro stato d’animo. Un incidente che non è dovuto a cibo avariato o a violenza domestica. Al momento non è stata aperta nessuna indagine ufficiale, ma intanto i medici sono riusciti a rimuovere la polpetta che si era incastrata tra la trachea e l’esofago.

La famiglia del bambino era arrivata ieri a Bari da Campobasso con l’intenzione di trascorrere una meritata vacanza e invece adesso si trovano a passare le ore in ospedale, nel reparto di Terapia Intensiva, guardando i medici, cercando nei loro volti notizie rassicuranti sulla salute del loro bambino, anche una semplice speranza. E proprio i medici fanno sapere che, al momento, la prognosi è ancora riservata. Forse (e lo speriamo davvero di tutto cuore) si tratta soltanto di poche ore e poi, finalmente, i medici potranno dichiarare fuori pericolo il piccolo.

E mentre scriviamo, ci vengono alla mente tutte le volte che, durante i nostri pranzi e le cene, nonni e genitori ci ammonivano di mangiare con attenzione, di masticare bene, perché quando si mangia i rischi di soffocamento sono più di quanto uno immagini. E adesso, questo caso, naturalmente porterà tante giovani madri a guardare con attenzione i loro bambini mentre mangiano, a osservarli con più cura di quanto avessero fatto.

Questo incidente però non deve gettare in cattiva luce il ristorante dell’Ikea che non ha colpe per quanto è avvenuto. Il personale inoltre fa sapere, infatti, di essere davvero dispiaciuto per questa tragedia e che, si spera, arrivi al più presto il lieto fine. Un’estate davvero che ha lasciato il suo segno per la famiglia di Campobasso, che speriamo possa ritornare nella sua regione e dimenticare questo triste avvenimento.

Vi consigliamo anche