0 Shares 19 Views
00:00:00
13 Dec

Cina, ragazza risponde all’iPhone 5 sotto carica e muore fulminata

LaRedazione
16 luglio 2013
19 Views

Il suo telefono cellulare squilla mentre si trova in carica, lei risponde e rimane folgorata. Una ragazza cinese di soli 23 anni muore per una scarica elettrica proveniente dal suo iPhone 5. L’episodio è avvenuto giovedì scorso nella regione dello Xinjang, nel nord ovest della Cina. A dare la notizia è l’agenzia di stampa cinese Xinhua e viene subito trasmessa dal quotidiano Daily Mail. La polizia riporta quanto stabilito dai medici secondo i quali a provocare la morte è stato un effetto simile a quello di un violentissimo elettrochoc, purtroppo fatale.
Alcuni presenti vedono la giovane accasciarsi improvvisamente e la portano subito all’ospedale, dove i medici tentano di rianimarla, purtroppo inutilmente.
Sina Weibo, corrispondente ad un Twitter cinese, riporta in questi giorni una dichiarazione della sorella della vittima che mette in guardia le persone dal rispondere al cellulare mentre si trova in carica. Si tratta di un gesto comunissimo e banale, che fanno moltissime persone in tutto mondo, ma forse con troppa noncuranza considerando che gli esperti avvertono che c’è sempre il rischio con gli apparecchi elettronici, specie se collegati alla corrente elettrica.
La giovane di nome Ma Ailun, lavorava come hostess della compagnia aerea China Southern Airlines, ed aveva acquistato il telefono a dicembre, assieme al caricatore, in un negozio Apple.
Il gigante californiano, che ha prodotto l’iPhone 5 riferisce, tramite la sua agenzia di comunicazione, di aver avviato un indagine per verificare i sistemi di sicurezza del suo ultimo prodotto. La società invia anche le condoglianze alla famiglia della vittima dichiarando di voler collaborare con le autorità nelle indagini sull’incidente. Essa rimarca però il fatto che si tratta di un caso isolato e di non avere predenti in tal senso.
Duri sulla vicenda i media cinesi già molto critici sul servizio post-vendita condotto in Cina da parte della famosa compagnia. I forti attacchi portati avanti dai media cinesi in primavera hanno infatti costretto la Apple a scusarsi ed a modificare la sua politica di garanzia nel paese asiatico.
Non è il primo incidente legato ai telefoni cellulari di nuova generazione. E’ solo di pochi giorni fà infatti, la notizia di una ragazza svizzera di 18 anni che riporta ustioni di secondo e terzo grado, dopo che il suo nuovissimo Samsung Galaxy 3 ha preso inspiegabilmente fuoco nella tasca dei pantaloni. Nel 2003 anche la Nokia ha collezionato diversi incidenti riguardanti i telefonini. Le indagini dicono che sono dovuti a pezzi di ricambio non originali, perché il mercato della falsificazione, per risparmiare, omette proprio quelle funzioni di sicurezza che impediscono il surriscaldamento, l’incendio o come in questo caso, le fatali scariche elettriche.

Vi consigliamo anche