0 Shares 15 Views
00:00:00
15 Dec

I genitori le vietano Facebook: 17enne si impicca

LaRedazione
28 ottobre 2013
15 Views

Una giovane ragazza di appena diciassette anni ha deciso di farla finita perché i genitori le hanno impedito di usare Facebook. È accaduto in India, a Parbhani nello Stato di Maharashtra.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, la giovane ragazza sarebbe stata sorpresa dal padre, nel cuore della notte, mentre chattava coi suoi amici.
Padre e figlia avrebbero quindi avuto un brutto litigio, e al termine della discussione, l’autorità del padre è prevalsa: l’uomo avrebbe infatti proibito alla figlia di utilizzare Facebook: la ragazza, dopo essersi rinchiusa in camera ha deciso allora di impiccarsi sfruttando il ventilatore  posto sul soffitto della sua stanza, lasciando però prima una lettera in cui venivano spiegati i disagi derivati dalla mancanza di connessione e dalla possibilità di accedere sul famoso social.

Il padre della giovane  ha spiegato le motivazioni per le quali avrebbe proibito alla figlia l’utilizzo di internet: il padre temeva che la figlia potesse fare brutti incontri sul web, e che per evitare che le accaddesse qualcosa di brutto, aveva preso la decisione di proibirle l’utilizzo il social network.
Non solo: il padre aveva espresso più volte il desiderio di vedere la figlia più concentrata nello studio, in quanto anche i voti scolastici, a causa di Facebook, avevano preso una piega sempre più negativa.

In India Facebook sta avendo un grande successo, e tutti preferiscono comunicare col social network piuttosto che coi telefonini: forse la paura di non esser più in contatto con gli altri utenti e amici è stata all’origine della drammatica scelta della ragazza, che ha deciso di rinunciare alla sua vita piuttosto che rinunciare al social network. Le vere motivazioni non potranno mai essere scoperte, malgrado la lettera lasciata dalla ragazza 17enne prima di morire sia abbastanza chiara al riguardo.

 

Loading...

Vi consigliamo anche