0 Shares 17 Views
00:00:00
18 Dec

Stige: altra infernale ondata di caldo in arrivo. Ma che tempo farà ad agosto in Italia?

LaRedazione - 2 agosto 2013
LaRedazione
2 agosto 2013
17 Views

Il nome è tutto un programma: ‘Stige’ è infatti una delle più potenti ondate di caldo dell’estate 2013, che porterà sull’Italia nei prossimi giorni tanto caldo umido.

Si sprecano oramai consigli per evitare le spiacevoli ripercussioni delle temperature estive, soprattutto per le persone più deboli, come anziani soli e bambini: bere tanta acqua, non uscire durante le ore più calde della giornata e coprirsi sempre la testa con un cappellino per evitare insolazioni.

Viste anche le previsioni di partenze in massa per le vacanze, il Ministero della Salute ha tempestivamente pubblicato sul proprio sito le città che sono state indicate dalla Protezione Civile a rischio allerta. A Roma e Bolzano è prevista l’allerta massima di livello 3, a bollino rosso. Per altre 14 città, invece, l’allerta sarà solamente di livello 2, arancio (al Nord Brescia, Torino, Trieste, Verona e Venezia; al Centro Bologna, Campobasso, Civitavecchia, Frosinone, Latina, Perugia, Rieti e al Sud Napoli e Palermo).

Anche se l’ondata di caldo più intensa è prevista solo nei prossimi giorni, sono state già registrate temperature da allerta meteo: quelle percepite hanno subito un brusco rialzo, arrivando anche a sfiorare i 40 gradi al Centro e Sud Italia. Per domani è previsto un nuovo innalzamento generale delle massime. Una vera e propria partenza ‘di fuoco’ per le vacanze degli italiani. Questa situazione durerà fino al 10-15 di Agosto.

Nella seconda metà del mese l’influenza degli anticicloni africani iniziierà inesorabilmente a calare e, anche se al Sud persisterà bel tempo e caldo, la fascia climatica di perturbazioni inizierà ad avvicinarsi alle Alpi. Si avrà così al Nord Italia la cosiddetta ‘burrasca di Ferragosto’ che solitamente persiste in Italia proprio in quei giorni e che riporta le temperature su un grado più accettabile di sopportazione. Anche l’umidità, presente soprattutto di notte, allenterà la sua morsa e permetterà agli italiani un più tranquillo riposo.

Anche se dopo poco le temperature torneranno a salire (siamo in estate, d’altronde) il tempo diventerà più variabile, con il passaggio di una seconda perturbazione molto decisa prima della fine del mese. Il vento, tuttavia, non è quasi mai forte (solo in localita solitamente spazzate da venti forti il vento mantiene la propriacostanza) e lungo il mare si manifesta sotto forma di una piacevole brezza. Al pomeriggio, invece, correnti d’aria provenienti dal mare rafforzano la presenza di vento. Il mare è tipicamente quel mare calmo e piatto sognato da tutti i turisti, eccezion fatta per le coste più a Ovest della penisola (come la Liguria e la Sardegna) che vedono l’arrivo di correnti d’aria provenienti dall’Oceano.

Loading...

Vi consigliamo anche