0 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Piromane inchiodato da un video della Guardia Forestale

LaRedazione
22 agosto 2013
13 Views

Sono durate più di un mese le indagini e i sopralluoghi portati avanti con determinazione dal personale che lavora presso il Comando della Stazione Forestale di Venafro in provincia di Isernia, in collaborazione con il Nucleo Investigativo dell’Antincendio Boschivo, prima di arrivare a capire chi fosse il piromane da arrestare, ma alla fine è stato arrestato.

Secondo i dati emersi dalla lunga inchiesta, ad innescare l’incendio nei boschi di Stingone sarebbe stato un ausiliario dei vigili del fuoco di sede a Isernia. Sono state registrate immagini inequivocabili che lo immortalano mentre lancia dal finestrino aperto della sua macchina un vero e proprio ordigno di natura incendiaria in una zona boscosa. Si vede una macchina bianca che all’improvviso si ferma in mezzo alla carreggiata mentre dal finestrino viene lanciato in direzione del bosco un sasso al quale è stata fissata della carta con il nastro adesivo poi incendiata.
Le telecamere istallate in quella zona dal Corpo Forestale appositamente per riprendere eventuali gesti lesivi nei confronti della boscaglia hanno registrato tutto e sono state fondamentali nell’individuazione del cinquantenne residente in provincia di Isernia e precisamente nella località di Pozzilli.

Alcune persone che passavano di lì si sono rese conto della pericolosità della situazione e hanno chiamato prontamente le autorità competenti. Il rogo è stato spento tempestivamente senza che potesse divampare in un incendio di difficile gestione.
L’uomo è stato arrestato e attualmente è in carcere su disposizione del giudice che ha ritenuto l’individuo capace di reiterare il gesto e sta rischiando una pena detentiva che può variare dai quattro ai dieci anni.
Il Monte Stingone da ben otto anni viene incendiato con una certa regolarità e proprio per questo motivo veniva costantemente sorvegliato in vari sistemi dal Corpo Forestale. Con l’occasione dell’arresto del piromane il comandante Luciano Sammarone ha fatto ricordare a tutti quanto sia stato devastante l’incendio del 2012 che ha contribuito a distruggere molti ettari di superficie boschiva.

Loading...

Vi consigliamo anche