Alemanno sfiderà Rutelli a Roma

Sarà Gianni Alemanno il candidato del Popolo delle Libertà per Roma e non più Giorgia Meloni, in quota dopo l’uscita di scena di Giuliano Ferrara.

Secondo un sondaggio commissionato dal Pdl l’ex sfidante di Walter Veltroni alle ultime elezioni comunali (2006) è risultato il politico giusto per sfidare Francesco Rutelli; addirittura secondo questi sondaggi Alemanno sarebbe più forte anche di Maurizio Gasparri, nome trapelato nelle ultime ore.

L’annuncio ufficiale dei due candidati del Popolo della libertà per Comune e Provincia (sarà l’esponente di Forza Italia Alfredo Antoniozzi il candidato), è stato dato accompagnato dalla notizia che al fianco di Alemanno ci sarà Mauro Cutrufo, esponente della nuova Dc

L’esponente di An ha già ricoperto il ruolo di consigliere del Comune di Roma.

A fronte della pesante sconfitta subita nel 2006, Alemanno rischia di perdere anche le elezioni 2008 anche calcolando la presenza come candidato sindaco di Francesco Storace che con la sua Destra probabilmente strapperà voti al missino Alemanno; "è la prova provata che questa è la migliore candidatura possibile per far vincere … Rutelli", ha detto a tal proposito Teodoro Buontempo, presidente de La Destra.

Non solo, perchè anche l’Udc non appoggia la candidatura di Alemanno: "mi pare evidente che le modalità e i tempi nella definizione del candidato sindaco del Pdl prefigurino una scelta in perdita, visto il risultato di un anno e mezzo fa in cui Alemanno raggiunse il 37%, di una candidatura troppo di destra", ha dichiarato il candidato sindaco per l’Udc, Luciano Ciocchetti.

Per Ciocchetti "già c’è Storace e, insomma, un altro candidato molto di destra credo sia esagerato. Da qui la nostra scelta di correre da soli da una parte legata alle vicende nazionali, dall’altra alle esigenze di rilanciare un forte richiamo all’identità cristiana di questo paese che nessun altro candidato è in grado di assicurare. e poi noi siamo la novità: Rutelli e Alemanno li abbiamo già visti".