Gianni Alemanno sindaco di Roma

Gianni Alemanno strappa la capitale a Francesco Rutelli vincendo la corsa al Campidoglio con oltre il 53% dei voti contro poco più del 46% dell’avversario del centrosinistra.

Una nuova pesante sconfitta inflitta al centrosinistra, dopo la disfatta alle elezioni nazionali e così dopo sette anni di governo di centrosinistra, con Veltroni, il centrodestra torna a governare la città eterna.

"Abbiamo vinto una lunga battaglia!", queste le prime parole del neosindaco, che, raggiante, ha aggiunto: "con oggi crolla un sistema di potere. Io sarò il sindaco di tutti. Ringrazio tutti i romani che mi hanno votato ed anche quelli che non l’hanno fatto!".

Alemanno dedica poi questa storica vittoria all’ex leader di An, Gianfranco Fini: "questa è la rivincita del centrodestra dopo la sconfitta inflitta a Fini nel 1993 da Francesco Rutelli!".

Raggiante e felice anche il premier Silvio Berlusconi, che ha dichiarato: "sono l’uomo più felice del mondo. Bellissima vittoria quella di Roma: è una grande rivincita!".

Profonda amarezza, al contrario, per lo sconfitto Francesco Rutelli, che commenta così la perdita delle elezioni a Roma: "c’è stata una strumentalizzazione da parte della destra sul tema sicurezza, che ha giocato un ruolo cruciale sugli elettori. I limiti della sinistra sono sicuramente su questo tema. Quella di oggi è una grande sconfitta e provo amarezza".

Walter Veltroni, il sindaco uscente, afferma: "adesso occorre un’analisi seria ed approfondita della sconfitta elettorale!"

Ed intanto il nuovo sindaco, Gianni Alemanno, promette: "da domani già al lavoro per i romani!".

Staremo a vedere…