PD: la campagna elettorale passa dal web

Cavalcando a pieno l’onda del consenso che si può acquistare (ma anche perdere) online, tanto nella cyber-vita, quanto negli affari e questa volta anche in politica, ecco arrivare puntuale l’inizio della campagna elettorale sul sito ufficiale del Partito Democratico.

In questo luogo virtuale si giocherà parte della campagna elettorale di Walter Veltroni, tra pagine semplici e snelle e varie sezioni che, di giorno in giorno, esplicheranno temi cari alla piazza virtuale alla quale il sito è rivolto, aggiornando inoltre in tempo reale la fitta agenda di incontri pubblici, inserendo i comunicati stampa e curando una rubrica di rassegna stampa di ampio respiro.

C’è spazio per i sondaggi e i rispettivi risultati; c’è la democraticatv, la webtv del PD; presente anche l’organigramma del partito e la sezione "Ciò che ci sta a cuore": uno spazio alla "I have a dream", una casella in cui inserire speranze e precise esigenze per il presente-futuro.

Un’importante sezione del sito si rivolge direttamente agli elettori: in Attivati lo staff del portale parla alla propria base e invita a partecipare al progetto globale e alla campagna elettore del PD, impegnandosi a diventare volontario, sia in modalità online che realmente sul territorio, incoraggiando gli aderenti a convincere 5 amici a votare per il PD.

Francesco Verducci, responsabile nazionale del settore internet del PD, in una nota fa sapere che "in meno di 24 ore già oltre 500 persone si sono registrate come volontari sul sito www.partitodemocratico.it per aiutare la campagna elettorale del Partito Democratico. Una dimostrazione di quante aspettative e speranze suscita il messaggio del PD per cambiare l’Italia".

E ancora aggiunge: "a poche ore dal lancio il portale internet del PD ha suscitato un’enorme risposta. Oltre 30.000 i visitatori, più di 10.000 gli accessi a PDNETWORK, il social network del Partito Democratico, di cui 1.100 quelli ufficialmente registrati".

Xirca lo spazio "Ciò che ci sta a cuore" Verducci dice:"sono 1700 i temi cliccati e indicati dai naviganti in ‘ciò che ci sta a cuore’, l’applicazione interattiva sulle parole chiave del Pd e oltre 700 gli utenti che si sono iscritti alla newsletter del Partito Democratico".

Veltroni, dunque, ha scelto di giocare la carta del target degli internauti e dell’immediatezza dell’informazione circa le iniziative del Partito Democratico.