Radicali-Pd, è scontro. E Pannella sciopera

Pannella annuncia lo sciopero della sete in diretta sulle onde di Radio Radio e invita Veltroni a "rispettare la parola che è un fondamento della stessa legge".

Al centro della questione c’è il patto siglato con il PD per i nove eletti radicali che sono stati ridotti a sette.

Veltroni risponde da quel di Massa, impegnato nel suo tour elettorale, e invita i radicali a fare politica assieme, perchè "un accordo politico non puo’ essere scambiato con una specie di tram
in cui si prenotano i posti e si viene portati. Ai Radicali dico:
viviamo insieme la bellezza di una sfida politica con lo stesso
entusiasmo".

Il leader del PD smentisce trattattive fatte con i radicali per i posti dei nove eletti, e afferma che i patti sono stati rispettati riguardo "all’impegno sui soldi".

Anche Massimo D’Alema ricorda ai radicali che il PD ha mantenuto i patti, ma è secca la smentita di Emma Bonino che dice: "non è semplicemente vero".

Veltroni invita Pannella a fare lo sciopero della sete per battaglie importanti "come quella contro la pena di morte e non per un motivo come questo".