Rissa Placido-Lombardi a Tetris, su La7

Stasera a Tetris, su La7, rissa tra Michele Placido e il leader dell’Mpa Raffaele Lombardo.

Il tema della serata pare già caldo di per sè; si discute del Mezzogiorno e del coinvolgimentio politico nella malavita.

In studio vi sono anche Pina Picierno del Partito Democratico e Roberto Castelli della Lega Nord.

Placido ricorda le morti di magistrati e uomini delle forze dell’ordine a causa della mafia e soprattuttopunta il dito contro i politici implicati nelle azioni malavitose. A questo propostito l’attore della Piovra afferma: "per cinque anni non si dovrebbero candidare alle elezioni politiche uomini del Sud poichè incapaci e coinvolti nel malaffare".

Il candidato del PDL alla guida della Lombardia aspetta con impazienza il proprio turno e poi replica all’affermazione di Placido con un attacco personale: "lei è una di quelle persone che, raggiunto l’apice, dimenticano le proprie origini e sputano nel piatto, facendosi scudo di tutele politiche" ed aggiunge: "così senza candidati del Sud Walter Veltroni potrà piazzarvi i suoi amici romani".


Placido va su tutte le furie e, alzatosi frettolosamente dalla poltrona, si lancia verso Lombardo e gli scarica addosso una marea di insulti. Lombardo resta impietrito, tenta di alzarsi e invita l’attore a calmarsi ripetutamente.

Tempestivo è l’arrivo della pubblicità che allenta le tensioni. Al ritorno in studio i due non si calcolano più e la trasmissione verte sul confronto fra la Lega di Castelli e l’Mpa di Lombardi.

Ma alla fine della trasmissione sembra anche tempo di chiarimenti e Placido afferma: "ci siamo chiariti e stretti la mano poichè abbiamo capito di aver esagerato entrambi".

Tutto è bene quel che finisce bene…