Rutelli: mi candido come sindaco di Roma

Dopo aver girato Roma in lungo e in largo Francesco Rutelli ha sciolto la riserva: sarà lui il candidato sindaco di Roma per il Pd.

Lo ha detto lo stesso vicepremier al teatro Vittoria di Trastevere a Roma, ricordando che in questi dieci giorni "ho ascoltato voci come avevo promesso. L’ho fatto in questi dieci giorni dialogando in modo nuovo, senza filtri e organizzazioni preventive".

Rutelli ha annunciato la sua voglia di correre nuovamente per la guida del Campidoglio dopo gli anni che lo hanno visto sindaco dal ’93 agli inizi del 2001.

Parlando davanti ad una folla gremita, Rutelli ha fatto sapere che si presenterà con "una lista di soli ragazzi e ragazze sotto i trent’anni che appoggi la candidatura di Rutelli a sindaco di Roma".

Rutelli ha detto di aver già incontrato le forze della maggioranza e da domani incontrerà le forze produttive, dell’associazionismo e del volontariato.

E’ in via di predisposizione inoltre il Comitato per Rutelli sindaco; il primo slogan di Rutelli per la campagna elettorale è stato "Roma merita ascolto" posto alle spalle del vicepremier mentre parlava dal palco.

I candidati certi per la corsa al Campidoglio, che terminerà con l’election day del 12 e 13 aprile, sono tre: Rutelli per il Pd, Francesco Storace per La Destra e Luciano Ciocchetti per l’Udc. Resta senza conferme la candidatura di Giuliano Ferrara per il Pdl.