Totoministri, la Lega prende tutto?

Stando a ciò che ha dichiarato Umberto Bossi al termine del vertice con Silvio Berlusconi di Arcore, anche nella formazione governativa la Lega avrà la meglio su tutti gli altri.

Umberto Bossi ha infatti fatto sapere che la squadra di Governo è quasi pronta dichiarando: "sono soddisfatto, se le cose sono così sono soddisfatto. Io vado al ministero delle Riforme. Il ministero dell’Interno va a Roberto Maroni, la vicepresidenza del Consiglio a Calderoli e il ministero delle Politiche agricole a Luca Zaia".

A ciò si aggiunga la possibilità che la Lega si prenda anche la Presidenza della Lombardia se, come ormai appare quasi scontato, Roberto Formigoni dovesse avere la Presidenza del Senato; in questo caso sarà Roberto Castelli a ricoprire la carica ora di Formigoni.

Intanto anche Massimo Calearo, esponente del Pd ed ex presidente di Federmeccanica, nel corso di un’intervista ha dichiarato di essere pronto, qualora ce ne fosse bisogno e "per il bene del Paese" a schierarsi con Silvio Berlusconi; immediata la replica di Maurizio Gasparri, che dovrebbe diventare presidente dei senatori del Pdl, che ha invece fatto sapere che "il governo Berlusconi sarà composto da esponenti del centrodestra, quindi Calearo quella chiamata non l’avrà mai".

Ma per ora, se le cose davvero resteranno tali, l’unico vincitore della partita elettorale è Umberto Bossi, che con la Lega otterrà incarichi di spicco nel prossimo governo Berlusconi.