A immaginare una vita ce ne vuole un’altra

Politici, prostitute, picchiatori fascisti, speculatori, assassini: sono questi i personaggi che popolano una Roma come non si era mai vista e che diventa un contenitore di storie e incontri indimenticabili.

Dopo una brillante carriera di attrice, il successo da scrittrice e una lunga militanza sulle pagine di Repubblica, Elena Stancanelli mette a frutto la sua esperienza di cronista di strada trasformandola in un appassionante racconto in presa diretta.

La Roma di queste pagine non è una città da cartolina: è invece un luogo vivo, sorprendente, spiazzante e traboccante di situazioni con cui difficilmente verremmo a contatto se qualcuno, al posto nostro, non si fosse scaraventato nel ventre della città per ritornare in superficie con questo libro.

A immaginare una vita ce ne vuole un’altra è il romanzo della Roma contemporanea
: tutto quello che avreste voluto sapere sulla vita (pubblica e nascosta) delle nostre città e che nessun telegiornale vi racconterà mai.

Ma soprattutto quello che ancora non riuscite a immaginare.

Elena Stancanelli (Firenze, 1965) vive a Roma, dove ha frequentato l’Accademia d’arte drammatica. Ha pubblicato per Einaudi Benzina (Premio Berto Opera Prima, da cui è stato tratto un film) e Le attrici e, per Laterza, Firenze da piccola. Scrive stabilmente per il quotidiano La Repubblica e continua a occuparsi di teatro.