0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Più libri più liberi 2009, lettura e cultura a Roma

5 dicembre 2009
11 Views

Una riflessione sulla prima decade del nuovo millennio e un focus sulla più scottante attualità sono i temi al centro dell’ottava edizione di Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria che si svolgerà al Palazzo dei Congressi di Roma dal 5 all’8 dicembre, organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE). All’appuntamento – forte del successo della scorsa edizione con oltre 50.000 visitatori e 16.000 titoli esposti – parteciperanno 409 case editrici con le rispettive novità editoriali e con un programma ricchissimo di incontri e approfondimenti, con lo spazio ragazzi e con uno sguardo rivolto al futuro con gli eBook e il nuovo spazio DigITAL Café.

Gli “anni zero” sono al centro di una serie di incontri targati Più libri più liberi dal titolo 2010: appunti d’inizio millennio che vedranno come protagonisti Beppe Severgnini (5 dicembre), Giancarlo De Cataldo (6 dicembre), Gianni Vattimo (7 dicembre), Tito Boeri (8 dicembre).

Tante novità editoriali in Fiera: Andrea Camilleri ricorda i 20 anni dalla caduta del muro di Berlino nell’inedita veste di scrittore per ragazzi (5 dicembre, ore 12). Nell’insolito ruolo di scrittori, Domenico Starnone, Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi (5 dicembre, ore 18). Massimo Carlotto e Veit Heinechen daranno vita a un suggestivo “scontro” tra il Noir mediterraneo e quello nordico (6 dicembre, ore 18). L’intimità familiare di uno scrittore con Anna Maria Sciascia (7 dicembre, ore 18). In Fiera anche la graphic novel su Rino Gaetano di Andrea Scoppetta (5 dicembre, ore 20) e il saggio di Oscar Glioti su Andrea Pazienza presentato con Le luci della centrale elettrica (6 dicembre, ore 19).

L’ottava edizione di Più libri più liberi si distingue per un netto taglio sui temi d’attualità: migrazione con Ascanio Celestini (5 dicembre, ore 18); mafia e legalità con Dacia Maraini e Pietro Grasso (7 dicembre, ore 18.00); le intercettazioni con Michele Santoro e Luigi De Magistris (5 dicembre, ore 19); le crisi umanitarie dimenticate con Daniele Mastrogiacomo (6 dicembre, ore 12). E ancora, la tradizione gastronomica, con Ettore Scola e Lidia Ravera (7 dicembre, ore 20); lo spettacolo, con l’omaggio ad Antonello Falqui da parte di Leopoldo Mastelloni e Rodolfo Laganà (5 dicembre, ore 20) e a Eduardo De Filippo da parte di Michele Mirabella e Vincenzo Salemme. Non mancherà la narrativa straniera con Aude Walker (5 dicembre, ore 19) e Thomas Brussig (7 dicembre, ore 16). Il tutto condito con le incursioni musicali e non, di Fahrenheit.

Molte le iniziative per i ragazzi: da Più libri Junior – Storie per attraversare i muri, un progetto che ha coinvolto ragazzi dai 9 ai 14 anni sul tema del “muro”, alle presentazioni dedicate: da Licia Colò (5 dicembre, ore 10) a Morando Morandini (5 dicembre, ore 19); dalla Bibliolibreria alle mostre e ai laboratori a cura delle Biblioteche di Roma.

Prosegue inoltre la collaborazione con l’IILA per America Latina Tierra de Libros con incontri con esponenti del pensiero critico latinoamericano, da Pedro Lemebel a Claudio Naranjo.

Più libri più liberi è però anche nuove tecnologie: per la prima volta in Italia sarà possibile in un corner eBook provare undici diversi e-reader per "confrontare" la lettura sulla pagina cartacea con quella digitale. Senza dimenticare il nuovo digITAL Cafè con un programma  interamente dedicato alle tecnologie digitali: approfondimenti sul prodotto musicale sul web (ospite il 5 dicembre alle 17 Mara Maionchi); eBook e audiolibri (6 dicembre, a partire dal confronto su google Books); i Social Network (ospite 7 dicembre alle 16 il Sindaco Gianni Alemanno); arte digitale (8 dicembre).

Le quattro giornate di Fiera saranno anche dedicate ai temi di punta dell’editoria professionale con una serie di incontri, dibattiti, approfondimenti curati dal Centro Studi AIE. Torna il Fellowship Program, l’iniziativa nata per favorire l’incontro fra i medi e piccoli editori italiani e 19 editori e agenti stranieri per sondare nuove opportunità di relazione e di mercato sul piano internazionale.

Tutte le info su www.piulibripiuliberi.it.

Vi consigliamo anche