0 Shares 20 Views
00:00:00
17 Dec

Usa: oggi gli States festeggiano la loro indipendenza

Gianfranco Mingione - 4 luglio 2013
Gianfranco Mingione
4 luglio 2013
20 Views

L’indipendenza? Colpa anche delle tasse! Da oltre due secoli gli Stati Uniti d’America festeggiano la loro data simbolica. Accadde proprio il 4 luglio 1776, dopo decenni di malumori tra la madrepatria inglese e le tredici colonie americane, legati alla mancanza di rappresentanza e all’emanazione di tasse da Londra come lo “Stamp Act”, tassa su giornali, atti, documenti, che venne resa pubblica la Dichiarazione d’Indipendenza. Il documento fu redatto da Thomas Jefferson, John Adams, Robert R. Livingston, Roger Sherman e Benjamin Franklin. La guerra con il Regno Unito, iniziata nel 1775, si concluderà nel 1781, e la piena indipendenza arriverà con il Trattato di Versailles del 1783.

Un Paese in festa. Oggi gli ex coloni festeggiano la loro indipendenza tra bandiere, parate, inni e barbecue. La parata è una delle cose più tipiche di questa festa, momento in cui ogni attività commerciale si ferma. Alle 12 nelle basi militari americane avviene “Il saluto all’Unione”, con il quale vengono sparati 50 colpi, tanti quanti sono gli stati della federazione. I colori della festa, neanche a dirlo, sono il bianco, il rosso e il blu della bandiera americana. A New York è stato riconosciuto il record per aver realizzato i fuochi d’artificio più imponenti: nel 2011 furono sparate oltre 22 tonnellate di fuochi.

Gianfranco Mingione

Loading...

Vi consigliamo anche