0 Shares 18 Views
00:00:00
13 Dec

USA, Moore: tornado uccide 20 bambini, centinaia di feriti [VIDEO]

Gianfranco Mingione
21 maggio 2013
18 Views

L’Oklahoma, l’ultimo degli Stati delle Grandi Praterie, è stato colpito da un tornado e paga un bilancio gravissimo: 24 morti sinora accertati, di cui 20 bambini, e centinaia di feriti; oltre 7000 abitazioni senza corrente. La speranza è che tale bollettino di guerra, per ora provvisorio, non salga in queste ore. Il dramma nel piccolo sobborgo di Moore, letteralmente devastato, dove sono morti 20 bambini in una scuola elementare. Lo scenario è apocalittico: case e automobili spazzate via, edifici in fiamme, interi quartieri ridotti in macerie, animali impazziti. Obama ha proclamato lo stato d’emergenza (le foto da Repubblica.it).

Quando parliamo di tornado o trombe d’aria, parliamo di violenti vortici, dal diametro che può arrivare a diverse centinaia di metri. Quello che ha colpito lo Stato americano ha un diametro di ben 3,2 chilometri e ha viaggiato ad una velocità di oltre 300 chilometri orari. Numeri che fanno presagire quanto sia forte la scia distruttiva di questo vento di morte. Un vento che, come ha detto il governatore, ha seguito lo stesso tragitto del 1999, devastando nuovamente il sobborgo di Moore. Qui la tragedia nella tragedia, con la scuola elementare “Plaza Towers” divenuta un cumulo di macerie alte tre metri, sotto il quale sono rimasti intrappolati 20 bambini. Una morte atroce, dovuta probabilmente al poco tempo per mettersi in salvo. La paura è che possano esserci altri bambini sotto le macerie. Si teme anche per la scuola elementare Briarwood, ridotta anch’essa ad un cumulo di macerie.

Il timore dei meteorologi è che se ne formino altri nelle prossime ore sia nello Stato colpito, sia in altri del Midwest. Quest’ultimo tornado appartiene alla categoria EF5, tra le più devastanti tra le grandi tempeste, con venti che possono spirare oltre i 300 chilometri orari. Purtroppo, l’Oklahoma, così come altri Stati circostanti, non è nuovioa questi fenomeni atmosferici, nonostante questo appaia come uno dei peggiori di tutti i tempi.

Gianfranco Mingione

Vi consigliamo anche