A Vienna un edificio per sole donne

Parità dei diritti a tutti i costi, quote rosa in politica, parcheggi delimitati da strisce rosa: le iniziative a favore delle donne continuano a moltiplicarsi, con più lentezza in Italia a fronte di un certo slancio nel resto d’Europa.

Proprio a Vienna in questi giorni è stata ufficilizzata la prossima costruzione di un edificio tutto pensato in rosa; il progetto ha fatto delle priorità femminili un cardine su cui fondare lo sviluppo dell’opera, immaginata come centro funzionale e ben collegato a tutte le altre strutture importanti.

Asili, ambulatori medici, trasporti pubblici: tutto nelle immediate vicinanze; ma soprattutto tanta luce nei posti solitamenti più pericolosi per le donne: i garage, i sottopassaggi, i corridoi saranno infatti ben illuminati, per evitare zone d’ombra, territorio franco per i malintenzionati.

L’iniziativa non è nuova all’amministrazione cittadina, dal momento che questo edificio è già il terzo pensato a misura di donna.

Curioso notare quanta attenzione sarà riservata alla scelta dei locatari degli appartamenti: tutti i contratti saranno intestati solo ed esclusivamente a donne.

Non sarà un po’ troppo? Importante il voler insistere sulla sicurezza e sul buon collegamento dell’edificio per facilitare la vita femminile, ma l’iniziativa sembra eccessivamente donna-centrica se non addirittura omofobica…