0 Shares 11 Views
00:00:00
17 Dec

Asteroide 2012 DA14, come vederlo online sul sito della Nasa e non

dgmag - 15 febbraio 2013
15 febbraio 2013
11 Views

E' previsto per le 20.43, ora italiana, di stasera il passaggio dell'asteroide 2012 DA14 vicino alla Terra, intendendo per vicino circa 27.700 Km dal nostro Pianeta: che significa, detto in soldoni, che non sono previsti schianti nè frammenti impazziti che qualche tempo fa avevano fatto anche gridare, per l'ennesima volta, alla fine del mondo.

Allo stato attuale inoltre secondo gli esperti non ci sono legami tra l'asteroide 2012 DA14 e la pioggia di meteoriti che è caduta sugli Urali e ha causato 500 feriti la quale sarebbe stata causata dall'esplosione di un piccolo asteroide.

Al momento del massimo avvicinamento alla Terra l’asteroide sorvolerà l’Oceano Indiano e il suo peso, circa 130.000 tonnellate, ha fatto gridare all'allarme perché si è subito pensato che il suo passaggio avrebbe avuto conseguenze disastrose sul nostro Pianeta, immediatamente smentite dalla Nasa: nonostante si tratti dell'incontro più vicino tra la Terra e un oggetto così grande, l'orbita è stata calcolata in anticipo e si è verificato che il passaggio è previsto ad un decimo della distanza Terra-Luna e all'interno della fascia di satelliti in orbita geostazionaria, cosa che ne rende impossibile lo sfioramento e anche la caduta.

Per vedere il suo passaggio non è necessario avere a disposizione chissà quale strumenti ma bastano telescopi modesti per distinguere il movimento dell'asteroide tra le stelle; ad occhio nudo non è possibile vederla proprio perché la sua magnitudine è troppo bassa per essere distinta chiaramente senza l'aiuto di ausili tecnici.

Il motivo dell'interesse nei confronti dell'asteroide 2012 DA14 è legato alla sua eccezionalità dal momento che il prossimo incontro ravvicinato tra un asteroide e la Terra si verificherà il 16 febbraio 2046, quando passerà a quasi un milione di chilometri dalla Terra.

I migliori punti di osservazione sono in Asia, Australia ed Europa dell'Est e la Nasa seguirà i passaggio in diretta seguendo questo indirizzo.

Loading...

Vi consigliamo anche