0 Shares 18 Views
00:00:00
17 Dec

Catania: distributore guasto. Passaparola fulmineo e benzina gratis per tutti

LaRedazione - 28 agosto 2013
LaRedazione
28 agosto 2013
18 Views

In tempi di crisi come questi, con il prezzo della benzina che continua a rimanere alto, sia per le tasse che puntualmente vengono scaricate sui carburanti, che per il prezzo del greggio, che risente particolarmente delle vicende internazionali, agli automobilisti di Santa Maria di Licodia in provincia di Catania, aver trovato sulla propria strada un distributore guasto che erogava gratis, sia benzina senza piombo che gasolio, deve essere sembrato come la manna dal cielo. Ed oltre ad approfittare dell’inedita occasione, i beneficiari hanno fatto scattare immediatamente un passa parola tra parenti ed amici, che ha convogliato sulle colonnine guaste del distributore un gran numero di auto, tutte alla ricerca del pieno gratuito. Prima che il gestore dell’impianto accorresse a riportare la situazione alla normalità, erano già stati effettuati rifornimenti per un totale di 3000 euro.

Tutti i rifornimenti gratuiti sono stati ripresi dalle telecamere che sorvegliano il distributore, ed in alcune immagini si possono vedere auto che immediatamente dopo aver effettuato il pieno partono sgommando per non essere bloccate. Il gestore dell’impianto, dopo aver sistemato le pompe, ed aver valutato il danno subito, ha subito dichiarato che sporgerà denuncia contro gli automobilisti che hanno approfittato del guasto, utilizzando proprio le immagini riprese dalla telecamere che mostrano il mancato pagamento del carburante immesso nei serbatoi delle auto.

Un episodio simile era accaduto anche un anno fa, esattamente il 12 agosto, a Treviolo in provincia di Bergamo. In quel caso non si era trattato di un guasto alla pompa, ma di un errore da parte del gestore dell’impianto, che al termine della giornata aveva dimenticato di regolare l’erogazione sulla modalità “self service”. Anche in quel caso le vetture che avevano approfittato della situazione erano state immortalate nelle immagini delle telecamere di sorveglianza ed i proprietari erano stati denunciati dal gestore e costretti a pagare il carburante illegalmente prelevato. Morale per gli automobilisti: non cercate di approfittare degli eventuali errori o guasti, perché la quasi totalità degli impianti di distribuzione dei carburanti è coperta da telecamere di sorveglianza, ma fate il solito giro dei vari distributori alla ricerca del prezzo più basso. Un po’ di concorrenza tra i vari gestori esiste ancora.

Loading...

Vi consigliamo anche