0 Shares 35 Views
00:00:00
12 Dec

Causa legale contro un mago: c’è un fantasma al ristorante

22 giugno 2009
35 Views

Lo abbiamo già visto nei film Disney: forchette che girano da sole dentro le scodelle, luci che si spengono e riaccendono all’improvviso e sedie che si spostano in completa autonomia. Ma ora si può vedere tutto questo anche nella realtà, perché, a quanto pare, c’è un ristorante a Genova che è infestato da un fantasma.

Lo sostiene Roberto Gelleni, proprietario del ristorante “Il Matto”, secondo il quale la spiritosa presenza spiritica si divertirebbe a fare scherzetti nel locale.

“Sul fatto che il fantasma esista non ci sono dubbi, nemmeno per me che sono uno scettico”, commenta il gestore. La responsabilità pare sia del precedente proprietario, un mago di nome Marco Pepé, che non avrebbe disinfestato il locale prima della cessione.

Il mago sostiene che Gelleni fosse a conoscenza dell’incomoda presenza e pensava che lui avesse acquistato il locale eventualmente per servirsi di tale risorsa pubblicitaria, dal momento che comunque la presenza è buona e innocua: infatti l’identità del fantasma sarebbe riconducibile quella di un signorotto dell’’800 che si recava al ristorante prima di andare all’opera al Teatro Carlo Felice.

Ma il gestore non vuole saperne e sventola il contratto regolare di compravendita che recita: “i locali devono essere liberi da qualsiasi bene materiale o immateriale, pena la rescissione o il pagamento della penale” e minaccia di fare causa a Pepé in tribunale. “Occorre un esorcismo”, replica l’esperto mago e pare che se ne occuperà lui stesso per evitare la causa, anche se ritiene sia un vero peccato liberarsi di quel valore aggiunto che abita la casa da molto prima che lui stesso ne diventasse proprietario.
 
Chissà? Può darsi che per regolare i conti di questa vicenda nell’intero cosmo, non sia sufficiente un giudice terreno. In fondo chi difenderà il fantasma dallo sfratto?

Vi consigliamo anche