0 Shares 17 Views
00:00:00
18 Dec

Celebrazioni Unità d’Italia: le ricette di Pellegrino Artusi celebrate in Italia

dgmag - 16 marzo 2011
16 marzo 2011
17 Views

Nonostante si faccia un gran parlare dell’Unità d’Italia, in questo periodo e proprio in concomitanza con questa ricorrenza in tutta Italia si celebra anche la morte di Pellegrino Artusi, colui che è considerato il padre della cucina nel nostro Paese e a cui ancora oggi molti si ispirano per le loro ricette.

Il suo manuale, chiamato semplicemente L’Artusi, è stato pubblicato nel lontano 1891 e nessuno pagò per la sua pubblicazione tanto che Pellegrino decise di farlo a spese sue senza sapere che le sue 790 ricette sarebbero diventate fondamentali per la cucina italiana; questo perchè dentro il manuale si trovano non solo ricette ma anche spunti interessanti relativi ad igiene, pulizia e tecniche da utilizzare quando si cucina.

L’idea di Artusi era di raccogliere le ricette della tradizione arricchendole della sua esperienza durante viaggi ed incontri di vario tipo dando vita così, inconsapevolmente, ad un manuale che secondo gli esperti è stato in grado di unificare l’Italia molto più di come hanno fatto i Promessi Sposi visto che la filosofia artusiana è stata sposata a livello nazionale ed ha dato vita ad un vero e proprio codice culinario.

Basta pensare che ogni ricetta è corredata di racconti e opinioni personali che rendono il manuale assolutamente imperdibile ancora oggi.

Siccome nel 2011 ricorre il centenario della morte di Pellegrino Artusi, sono state organizzate varie manifestazioni in Italia per ricordarlo: su tutte ricordiamo Auguri Italia da Pellegrino Artusi, iniziativa voluta dall’Ordine professionale dei maestri di cucina ed executive chef e dal Comitato delle celebrazioni Artusiane di Forlimpopoli che da stasera organizzano una serie di serate per presentare ricette tratte dal manuale del gastronomo.

Il menu proposto nelle varie città italiane è basato su ricette tratte dal manuale artusiano, realizzate secondo i dettami e la filosofia artusiana e utilizzando prodotti e procedure che rispettino la tradizione territoriale; maggiori informazioni si trovano a questo indirizzo.

Dal 30 marzo al 2 aprile si terrà inoltre un ciclo di studi dedicato al Secolo Artusiano preceduto da un pellegrinaggio a piedi storico-culinario da Forlimpopoli a Firenze che si snoderà sulle tracce di Pellegrino Artusi per cinque giorni.

E’ stato anche lanciato un concorso nazionale per le scuole alberghiere per il miglior testo sull’importanza del manuale di Artusi nella storia della cucina italiana che mette in palio 500 euro, una borsa di studio e un riconoscimento nazionale visto che gli otto finalisti, scelti a livello nazionale, parteciperanno alla gara ai fornelli in programma il 30 settembre a Forlimpopoli per scegliere chi avrà meglio interpretato una ricetta tratta da La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

Loading...

Vi consigliamo anche