0 Shares 10 Views
00:00:00
13 Dec

Censimento 2011 online e alle Poste: Codacons chiede rimborso

11 ottobre 2011
10 Views

Non sembra avere fortuna nel nostro Paese il censimento 2011 che continua a dare problemi ai tanti italiani che in queste ore, per evitare di dimenticare di restituire i moduli, stanno cercando in tutti i modi di archiviare la pratica.

Prima i problemi di connessione al server dell’Istat che hanno mandato in tilt il sito creato appositamente bloccando di fatto tutti quelli che avrebbero voluto inviare il proprio modulo online poi anche le Poste si sono inceppate.

Un po’ in tutta Italia, infatti, gli addetti al servizio delle Poste Italiane non sono stati in grado, almeno i primissimi giorni, di acquisire i moduli e restituire le ricevute, spesso rimandando indietro i cittadini e chiedendo loro di tornare.

Il disagio non è stato quantificato e a dirla tutta sono state molte le strutture che hanno sistemato tutto in breve tempo ma intanto il Codacons ha deciso di preparare una richiesta di rimborso da inoltrare all’Istat chiedendo che ad ogni italiano che abbia subito un disagio e che possa documentarlo vengano restituiti 50 euro.

Nel complesso in sole 24 ore hanno compilato il modulo online in 646.000 mentre il cartaceo è stato restituito da 80.000 persone.

Ricordiamo che i moduli del censimento 2011 non vanno assolutamente imbucati nelle cassette postali ma inviati online oppure restituiti presso gli appositi sportelli allestiti alle Poste o presso i centri di raccolta comunali; il censimento va compilato pena una multa variabile tra i 206 e i 2.065 euro.

Vi consigliamo anche