0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

Concorso scuola 2012, nuovo bando la prossima primavera?

8 novembre 2012
11 Views

Chiuse le iscrizioni, si fa il punto della situazione per quel che riguarda il concorso scolastico per il 2012 e le prime notizie confermano l'eccezionale numero di partecipanti, ben 300.000, che prenderanno parte al test preselettivo fatta eccezione per quelli che hanno sbagliato nel compilare la domanda o hanno inserito dei titoli scorretti.

E intanto trapelano anche notizie per quel che riguarda la possibilità che a giugno 2013 venga aperta una nuova selezione in modo da "smaltire" i posti residui: stando ad una delega aperta dall'ex ministro dell'Istruzione Fioroni sulla base della legge 244 del 2007 il Governo potrebbe aprire un nuovo regolamento via decreto legge per quel che riguarda l'assunzione di docenti via concorso.

Stando a questo regolamento la durata del concorso diventerebbe biennale e dunque non ci sarebbe più possibilitàò di finire nelle graduatorie ad esaurimento nel caso in cui non si ottenga il contratto a tempo determinato: in questo modo si arginerebbero tutti quei giri discutibili e ormai diventati prassi comune (supplenze, incarichi temporanei, etc) che hanno portato ad un così alto di precarietà nel settore della scuola nel nostro Paese.

Sempre stando al decreto, i concorsi potranno essere sostenuti solo a chi è abilitato ma anche ai precari inseriti attualmente nelle graduatorie ad esaurimento e ad altre tipologie di docenti.

A conti fatti, comunque, l'eventualità che un decreto legge in questo senso venga approvato prima delle elezioni 2013 è praticamente nulla perché l'iter dovrebbe essere completato entro e non oltre gennaio ovvero prima dello scioglimento di Camera e Senato in vista delle elezioni; processo non semplice calcolando che proprio nello stesso periodo il Ministero dell'Istruzione dovrà spendere molte delle sue energie proprio per il concorso scolastico in essere visto che entro il 15 gennaio 2013 saranno comunicate le sedi e le date della prima prova scritta per chi avrà passato la selezione iniziale.

A ciò si aggiunga anche il fatto che seppure passasse, il decreto legge avrebbe ben poche speranze di ridurre il precariato nel settore della scuola visto che la riforma Fornero, spostando l'età pensionabile praticamente per tutte le categorie di lavoratori, manderà in pensione pochissime persone nel settore scolastico lasciando aperte davvero poche porte.

Intanto per tutti quelli che hanno presentato la domanda per accedere al test di preselezione ricordiamo di tenere a mente la data del 23 novembre prossimo quando verranno rese note le sedi e gli orari della selezione computer-based; saranno ammessi tutti quelli che hanno compilato correttamente la domanda e che non saranno richiamati entro il 23 novembre stesso. Ricordiamo che è possibile modificare la domanda di iscrizione aggiungendo i titoli entro il 21 novembre prossimo e che allo stesso modo la verifica dei titoli e del possesso dei requisiti abilitanti puo' avvenire in qualsiasi momento della selezione, anche dopo aver svolto il test di preselezione.
 

Vi consigliamo anche