0 Shares 10 Views 14 Comments
00:00:00
12 Dec

Concorso scuola 2012: requisiti, date e prove di accesso

20 settembre 2012
10 Views 14

UPDATE: qui nuove informazioni più aggiornate!

Il bando per partecipare al concorso per docenti 2012 non è ancora uscito ma sono moltissime le domande che i potenziali partecipanti si stanno facendo in queste settimane, complice una lacuna che il Ministero dell'Istruzione non ha ancora colmato e che sta già mandando in tilt tutti.

Delle classi di docenti ammessi a partecipare abbiamo già dato conto qui e per ora non risultano cambiamenti a questa lista comunicata dal Ministero e che sarà oggetto del bando del prossimo 24 settembre.

Si sa per certo che saranno coperte 11.892 cattedre nelle scuole statali di ogni ordine e grado e che per scremare al massimo i candidati la prima prova, selettiva, si svolgerà alla fine di ottobre 2012 e prevederà una serie di test uguali per tutte le classi.

Il test di preselezione si comporrà di 50 domande a risposta multipla da risolvere in 50 minuti;18 domande di logica, 18 relative alla comprensione del testo, 7 per ambito le domande di informatica e di lingua straniera. Per accedere alla prova scritta si dovrà totalizzare almeno 35 su 50. Le domande saranno diverse da candidato a candidato e sorteggiate da un database composto da 3500 quesiti che sarà pubblicato sul sito del Ministero dell'Istruzione 3 settimane prima della prova.

Una volta avvenuta la primissima selezione, a gennaio 2013 si terrà una prova scritta con verifica delle competenze disciplinari seguita dalla prova orale che includerà anche la simulazione di una lezione per verificare l'abilità didattica del candidato; le graduatorie finali saranno pubblicate in tempo utile per onsentire l'immissione in ruolo per l'anno scolastico 2013/2014.

Il Ministero ha anche comunicato che il primo bando sarà seguito da un secondo che sarà emanato entro maggio 2013.

In base a queste regole dei circa 163.000 iscritti alle graduatorie solo pochi di loro riusciranno, anche se abilitati, ad entrare di ruolo e solo se riusciranno a superare il concorso; per questo sono moltissime le proteste dei precari che rivendicano una sorta di diritto di prelazione per il posto di ruolo e che contestano anche le modalità di accesso al concorso, tramite dei test di preselezione che sono considerati ingiusti.

Oltre a quelli iscritti in graduatoria e attualmente precari, pare che resteranno fuori dal concorso anche i neolaureati non abilitati a meno che la classe di concorso a cui vogliono partecipare non risulti già esaurita e servano nuovi abilitati; l'abilitazione si ottiene frequentando le scuole di formazione gestite dalle università e i tirocini di formazione dopo la laurea mentre solo per la scuola materna e per la primaria vale il titolo abilitante previsto dalle legge e per i maturandi entro il 2001-2002 anche il vecchio diploma magistrale.

Tutte le indiscrezioni potranno essere smentite o confermate solo il 24 settembre, giorno di uscita del bando, che conterrà tutte le indicazioni per prepararsi al meglio e affrontare i test di preselezione e poi le prove scritte e orali; tutto ciò che si legge sul Web in queste ore per quel che riguarda i test della prova di ottobre è frutto di immaginazione e dunque va preso con le molle.

Vi consigliamo anche