0 Shares 12 Views
00:00:00
11 Dec

Quando e dove si terrà l’orale del concorso scuola

27 febbraio 2013
12 Views

In attesa che si svolgano le ultimissime prove scritte, ci si inizia a chiedere quando si saprà qualcosa sugli orali del concorso scuola che rappresenteranno l'ultimissima fase prima della nomina ufficiale dei nuovi insegnanti delle scuole italiane di tutti i gradi.

Gli scritti inizieranno ad essere corretti a marzo ma non si sa ancora quando e nello stesso momento si dovrà procedere anche alla verifica dei titoli di accesso dei candidati che ancora non sono stati controllati: cio' implica che potrebbero prima essere corretti tutti gli scritti poi si procederà alla verifica dei titoli e infine si stileranno le liste di chi è passato agli orali.

In tutto cio' non sono da escludere ricorsi, eventuali problemi in corso d'opera e ritardi fisiologici che sempre si verificano quando si ha a che fare con molto materiale.

Di certo fa fede, a patto che non venga cambiato e che non si decida anche di posticipare la fine del concorso, cosa assai improbabile, l'articolo 11 comma 6 del bando di concorso che recita testualmente: "i candidati ammessi alla prova orale ne ricevono comunicazione a mezzo di posta elettronica all’indirizzo comunicato nella domanda di partecipazione al concorso, con l’indicazione delle votazioni riportate in ciascuna delle prove di cui agli articoli 7 e 9, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della prova orale. La mail è trasmessa ai candidati almeno venti giorni prima della data in cui essi devono sostenere la prova orale".

Da sbrogliare anche la matassa relativa alle sedi degli orali per il concorso che potrebbero essere le stesse usate per gli scritti ma è tutto da decidere in base a quando si terranno le ultime prove, calcolando che potrebbero anche coincidere con gli esami scolastici.

Come si svolgerà l'orale è invece già noto: si dovrà sostenere una lezione simulata di 30 minuti su una traccia assegnata 24 ore prima dell'orale più un colloquio sempre di 30 minuti e nel caso della scuola primaria si dovrà sostenere anche una prova orale per la verifica della conoscenza  della lingua inglese.

Insomma, si prevede un nuovo caos senza fine, ricorsi a pioggia e lungaggini a cui purtroppo gli aspiranti nuovi insegnanti hanno dovuto fare il callo.

Vi consigliamo anche