0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Dimissioni Monti, ecco cosa succede da oggi alle prossime elezioni

10 dicembre 2012
7 Views

Svolta politica sabato scorso quando Mario Monti, attuale Presidente del Consiglio, ha dichiarato che intende dimettersi dopo la legge di stabilità e quella di bilancio a patto che vengano approvate in tempi brevi.

Lo scopo è evitare il ricorso all'esercizio provvisorio grazie al quale il Parlamento autorizza il Governo ad applicare il bilancio nel caso non sia stato ancora approvato e fare in modo che invece la legge arrivi alla Camera entro la fine del 2012.

Una volta proceduto con la legge, Monti si dimetterà ufficialmente e il Presidente della Repubblica Napolitano procederà con lo scioglimento delle Camere senza chiedere pareri e consultazioni a Camera e Senato visto che le dimissioni arrivano meno di sei mesi prima della fine naturale del Governo.

A questo punto si arriverà alle elezioni ma se inizialmente si parlava di marzo, dopo l'annuncio di Monti si potrebbe votare a febbraio 2013 e quasi sicuramente il 10 o il 17 del mese con l'accorpamento delle elezioni regionali, Molise e Lombardia di sicuro ma anche Lazio per evitare sprechi.

Oltre ai problemi di ordine logistico ci si chiede cosa succederà alle leggi che il Governo Monti aveva dichiarato di voler approvare, primo su tutte il Decreto sulla Crescita: in questo caso siccome la scadenza per la sua approvazione è fissata al 18 dicembre non è detto che venga approvato e tutte le speculazioni dei mesi scorsi potrebbero cadere di fronte alla caduta del Governo.

Sicuramente non saranno approvate la legge sulla Concorrenza e la Delega Fiscale ma soprattutto la necessaria legge elettorale che avrebbe dovuto modificare l'assetto dell'Italia al momento di votare e dunque a febbraio si voterà usando il metodo del porcellum.

Il tutto in un clima incerto per i mercati che potrebbero far cadere a picco il nostro Paese e in piena campagna elettorale che ci accompagnerà nei prossimi due mesi.

Vi consigliamo anche