0 Shares 23 Views
00:00:00
17 Dec

Festa della donna 2013, le iniziative in tutta Italia tra prevenzione e cultura

dgmag - 8 marzo 2013
8 marzo 2013
23 Views

Si celebra oggi 8 marzo 2013 in tutto il mondo la festa della donna, giornata che molte donne non accettano e non condividono nelle modalità in cui si è trasformata e che invece molte continuano a ritenere utile per ricordare al mondo quanto sono importanti le donne. Ma da dove nasce la festa della donna come la conosciamo oggi nel mondo?

A quanto pare le origini risalgono al 1908 quando una protesta femminile dentro l'industria tessile di New York si trasformò in un massacro che ne uccise 129 in un incendio: successivamente a questa data Rosa Luxemburg decise di proporre l'8 marzo come giornata di lotta internazionale a favore delle donne.

La commemorazione si svolse negli Stati Uniti per la prima volta nel 1909 mentre in Italia arrivò nel 1922 e all'inizio venne istituita il 12 marzo per poi essere spostata all'8 del mese nel rispetto dell'evento storico di New York.

Questa versione della storia non convince tutti e secondo molti in realtà ci si confonde con un'altra tragedia che si verificò il 25 marzo sempre a NY e che coinvolse soprattutto delle lavoratrici europee o anche da una manifestazione che venne repressa con la violenza sulle donne nel 1857 sempre a New York; l'8 marzo, comunque, è fondamentale come data storica perché per la prima volta le donne russe nel 1917 marciarono su San Pietroburgo chiedendo la fine della guerra e che venissero loro riconosciuti tutti i diritti civili e che scatenò la Rivoluzione.

Solo in Italia la mimosa viene usata come simbolo della festa della donna e pare che la decisione sia legata alla scelta di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei che nel 1946 si opposero alla decisione dell'allora vicesegretario del Pci di omaggiare le donne con delle violette perché costavano troppo e in alternativa proposero la mimosa, semplice da reperire ed economica.

Tra le iniziative interessanti in programma oggi nel nostro Paese ricordiamo quella organizzata a Milano dall’Andos (Associazione nazionale donne operate al seno) che permette di farsi visitare al seno in molte strutture pubbliche; la stessa cosa accade all’Ospedale San Camillo di Roma dove ci si puo' sottoporre a mammografie, visite senologiche e ginecologiche, pap test e test dell’Hpv. A Napoli Aied (Associazione italiana per l’educazione demografica) offre visite ginecologiche, senologiche e pap test.

Da oggi a domenica 10 marzo inoltre in 3000 piazze italiane è possibile acquistare una gardenia a sostegno dell'Associazione italiana sclerosi multipla mentre fino al 17 marzo è online la campagna #direbasta organizzata da D.i.Re Donne in Rete contro la violenza che chiede una donazione di 3 euro per sostenere i 63 Centri Antiviolenza italiani che, a causa della mancanza di fondi, rischiano la chiusura.

Molti Comuni e strutture private offrono alle donne oggi l'ingresso gratuito o a prezzo ridotto presso musei statali e non.

Altre interessanti iniziative, non necessariamente con una mimosa in mano, sono riportate dettagliatamente qua.

Loading...

Vi consigliamo anche