0 Shares 21 Views
00:00:00
13 Dec

Georgia: madre “conserva” in casa il corpo del figlio da 18 anni

Gianfranco Mingione
9 settembre 2013
21 Views

Questa è la storia di una madre e di suo figlio, Joni Bakaradze, morto 18 anni fa all’età di 22 anni a causa di un male incurabile. La famiglia vive in un piccolo villaggio della Georgia: dopo il tragico evento, anziché seppellire il figlio in un cimitero, la donna ha conservato in casa la sua salma, affinché il figlio del defunto potesse crescere vedendo il padre da vicino.

Il figlio le rivela in sogno il metodo migliore per conservare il suo corpo. La donna, dinanzi ad una videocamera, ha spiegato come è riuscita a preservare il corpo di Joni, attraverso l’utilizzo di balsami naturali e metodi di conservazione e imbalsamazione comuni. Finché un giorno il figlio le è apparso in sogno, per suggerirle un metodo diverso, più efficace, a base di impacchi di alcool sul viso.

Per 10 anni, ogni anno, in occasione del compleanno di Joni, la madre ha cambiato i suoi vestiti. Ora non può più farlo a causa di problemi di salute. Il video della donna che, con un panno toglie la polvere dalla bara, per poi aprirla e mostrare il figlio con testa e mani interamente fasciate, sta facendo, per ovvi motivi, il giro del web. Per amore o per disperazione, spesso si fanno scelte alquanto discutibili.

Vi consigliamo anche