0 Shares 12 Views
00:00:00
18 Dec

Giornata Mondiale dell’Acqua 2011: la potabile non è ancora per tutti

dgmag - 22 marzo 2011
22 marzo 2011
12 Views

Si celebra oggi la Giornata Mondiale dell’Acqua istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e nata per promuovere un uso consapevole della risorse maggiore e più importanti per gli esseri umani, ancora oggi inaccessibile nel mondo a ben 884 milioni di persone.

Un bambino ogni 17 secondi muore per problemi e malattie connesse alla sua mancanza
e l’acqua è un bene così prezioso che la finanza lo chiama oro blu in quanto in grado di determinare crisi, conflitti e spaccature; non è un caso che proprio in Italia presto si voterà, con un referendum, per stabilire se l’acqua deve essere un bene pubblico o privato.

L’Istat ha resi noti dei dati relativi al consumo di acqua potabile nel nostro Paese: nel 2008 sono stati erogati ben 92,5 metri cubi di acqua potabile per abitante considerando sia l’acqua consumata che quella erogata dai luoghi pubblici (fontane, innaffiamento di verde pubblico, etc) con un incremento totale dell’1,2% negli ultimi dieci anni.

I consumi medi di acqua in Italia
sono inferiori alla Spagna (100 metri cubi) e al Regno Unito (110) ma sono superiori rispetto ai Paesi Bassi (73) e alla Germania (57).

Lo slogan di questa edizione è Acqua per le città e non a caso a Roma saranno molte le manifestazioni che culmineranno nella manifestazione che alle 14 partirà da Piazza della Repubblica per arrivare a Piazza San Giovanni nel corso della quale si dirà Sì ai referendum per l’Acqua Bene Comune, Sì per fermare il nucleare, per la difesa dei diritti e della democrazia.

I dati sul rapporto tra acqua e urbanizzazione, pubblicati sul sito del World Water Day 2011 sostengono che la crescita della popolazione urbana avanza al ritmo di 2 persone al secondo e che il 27% della popolazione urbana nei Paesi in via di sviluppo non ha accesso alla rete idrica da casa propria.

Un ottimo e curato approfondimento su acqua, urbanizzazione e povertà è disponibile sull’Ansa a questo indirizzo.

Loading...

Vi consigliamo anche