0 Shares 9 Views 9 Comments
00:00:00
13 Dec

Ici prima casa, pensioni e lavoro: le misure del Governo Monti

18 novembre 2011
9 Views 9

Insediatosi formalmente e con una fiducia di 281 voti, il nuovo Governo Monti si avvia a varare tutta una serie di misure per rilanciare l’Italia e pareggiare i bilanci così da assecondare le richieste dell’Unione Europea.

La prima misura che sarà introdotta già nel 2012 riguarda la reintroduzione dell’ICI sulla prima casa che sarà progressiva ma rappresenterà un modo per aumentare le entrate a favore di Stato e Comuni visto che sarà incorporata nell’imposta municipale unica; in media secondo recenti statistiche l’ICI sulla prima casa costa circa 136 euro a famiglia.

Misure in vista anche per quel che riguarda le pensioni per cui si sta pensando all’introduzione della possibilità di scegliere autonomamente a che età lasciare il lavoro nella fascia compresa tra i 63 e 70 anni con calcolo della pensione in base ai contributi e premio per chi lascia il lavoro più tardi.

Per quel che riguarda il lavoro, si pensa all’introduzione di contratti a tempo indeterminato per tutti i neoassunti ma con integrata la possibilità di licenziare se l’azienda ha problemi economici e dietro il pagamento di un’indennità da licenziamento.

Si pensa al riordino delle professioni e all’abbattimento delle tariffe minime così da favorire la concorrenza, a prelievi sui consumi e sui patrimoni (oltre l’ICI), alla spinta verso un minore uso del contante e ad un diverso uso del redditometro (con controlli di vario tipo) per scovare gli evasori fiscali e all’incentivo verso i capitali privati per quanto riguarda il finanziamento delle opere pubbliche.

Per ora si tratta però di ipotesi allo studio e sarà necesario attendere le prossime settimane per capire in che direzione si muoveranno Monti e il suo Governo di tecnici per venire incontro alle esigenze dell’UE e allo stesso modo non scontentare le parti sociali.

Vi consigliamo anche