0 Shares 13 Views
00:00:00
16 Dec

IMU alla Chiesa cattolica bocciata dal Consiglio di Stato

dgmag - 8 ottobre 2012
8 ottobre 2012
13 Views

La questione dell'IMU alla Chiesa rischia di diventare un vero e proprio caso a seguito della decisione del Consiglio di Stato che ha respinto il decreto del Ministero del Tesoro sostenendo che il Ministero in questione non ha le competenze utili per deliberare sulla questione.

Il Consiglio di Stato in pratica ha bocciato l'articolo 91-bis del decreto sulle liberalizzazioni secondo cui per gli immobili ad utilizzo misto (commerciale e non commerciale) l'IMU va pagata dal 2013 in relazione all'uso non commerciale così come risulta dalla dichiarazione dei proprietari.  

Il parere del Consiglio di Stato si focalizza sul fatto che le scelte del Tesoro sono state effettuate senza tener conto della mancanza di una normativa relativa a cosa si intende per attività non commerciale.

Il Consiglio sottolinea come "trattandosi di un decreto ministeriale il potere regolamentare deve essere espressamente conferito dalla legge e, di conseguenza, il contenuto del regolamento deve essere limitato a quanto demandato".

Nel decreto il Governo secondo il Consiglio di Stato non ha deciso la percentuale in base alla quale un edificio puo' essere considerato come destinato ad attività commerciale ma ha stabilito quali sono i casi in cui scatta l'esenzione come per esempio centri ricreativi e ospedali e secondo il Consiglio in questo modo ha usato criteri diversi ed eterogenei per la valutazione delle singole situazioni.

La prima rata dell'IMU per la Chiesa doveva essere versata il 16 giugno 2013 ma i moduli andavano compilati e restituiti entro la fine del 2012.

A questa questione si aggiunge anche quella relativa alla procedura di infrazione aperta dalla Commissione Europea che ha messo l'occhio sugli aiuti dello Stato verso la Chiesa e che se portasse ad una condanna dell'Italia potrebe portare ad una stangata economica di circa 4 miliardi di euro relativi cioè all'ICI dovuta dalla Chiesa dal 2006 e mai riscossa.

Il testo del parere espresso dal Consiglio di Stato è disponibile integralmente sulla Stampa a questo indirizzo.

Loading...

Vi consigliamo anche