0 Shares 10 Views
00:00:00
16 Dec

IMU, quando si paga e come la tassa sulla casa

dgmag - 17 aprile 2012
17 aprile 2012
10 Views

Dopo le polemiche degli ultimi giorni, il Governo ha deciso: l'Imu per la prima casa si pagherà in tre rate a partire da giugno 2012 in modo da sgravare i cittadini e permettere loro di non spendere troppi soldi tutti in una volta sola.

Le date di pagamento per l'IMU sulla prima casa sono dunque 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre che diventano però 18 giugno, 17 settembre e 17 dicembre per via delle domeniche e delle feste; se le prime due rate si calcoleranno applicando l'aliquota base ovvero il per mille l'ultima, che si potrà pagare anche con conto corrente e non solo via F24, potrà essere aumentata per andare a coprire l'eventuale aumento deciso dai singoli Comuni che hanno la facoltà di alzare l'aliquota portandola ad un massimo del 6%.

Diversa la situazione per le seconde case che invece dovranno pagare in massimo due rate: a giugno con aliquota base del 7,6 per mille e a dicembre con aliquota che può arrivare anche al 10,6 per mille in base a quanto decideranno i Comuni.

E' prevista una detrazione di 200 euro per l'IMU sulla prima casa più 50 euro per ogni figlio a carico fino ai 26 anni e per un massimo totale di 600 euro mentre per quel che riguarda per esempio i coniugi divorziati dovrà pagare l'IMU la persona tra i due che abita nella casa e non quella che ne possiede la proprietà.

Tra le altre novità l'assenza di imposta di bollo per chi sceglie la cedolare secca sugli affitti e l'esenzione da Irpef, Ires e Imu per gli edifici andati distrutti o dichiarati inagibili nei territori dell'Aquila colpiti dal terremoto.

Per quel che riguarda le case degli anziani che vivono in strutture d'accoglienza e le abitazioni degli italiani residenti all'estero viene applicata, a quanto pare e salvo ulteriori modifiche per ora comunque non previste, l'aliquota applicata alla seconda casa ovvero il 7,6 per mille.

Per calcolare l'IMU è necessario partire dalla rendita catastale che va rivalutata del 5% e moltiplicata per il coefficiente di 160 quindi a questo risultato va applicata l'aliquota del 4 per mille per le prime case e del 7,6 per mille per le seconde.

Loading...

Vi consigliamo anche